Manifestazione a DublinoPiù di 50mila persone hanno partecipato alla manifestazione di protesta contro la manovra di tagli alla spesa pubblica e l’introduzione di nuove tasse nella Repubblica d’Irlanda.

Secondo le stime, ogni anno una famiglia irlandese pagherà circa 4.600 euro di maggiori imposte.

Dietro lo slogan “C’è un modo migliore e più giusto” famiglie con bambini, organizzazioni sindacali, pensionati, studenti, gruppi della sinistra e ultranazionalisti hanno sfidato il freddo e la neve caduta durante la notte e si sono ritrovati a Wood Quays, lungo il fiume Liffey, per poi marciare sul General Post Office, lo storico edificio di O’Connell Street in cui nel 1916 la repubblica dichiarò la sua indipendenza dal Regno Unito. Tutti con un obiettivo comune: far modificare il maxipacchetto di austerità da 15 miliardi di

Galleria fotografica

Cinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a DublinoCinquantamila in piazza a Dublino