Murales ETACinque chili d’esplosivo – pare plastico del tipo frangex – destinati a un’impresa edile industriale di Trapagaran nella Vizcaya.

La tremenda deflagrazione della notte scorsa, mentre l’area era già stata evacuata dalla Ertzaintza, ha provocato notevoli danni alla struttura.

Ancora una volta, con una telefonata a nome dell’ETA, uno dei militanti ha avvertito e descritto la collocazione dell’ordigno al quotidiano di Bilbao “Gara”.

Il destinatario dell’attacco della formazione ultra-nazionalista è stato il costruttore Enrique Otaduy, noto uomo d’affari che agisce soprattutto negli ambienti finanziari dei fondi parastatali per la realizzazione di strade, viadotti e tunnels nell’intera penisola iberica.

È la settima operazione di Euskadi Ta Askatasuna dall’inizio dell’anno contro gli industriali e gli impresari baschi e spagnoli diretta all’estorsione di denaro per alimentare la lotta armata.