Un uomo di 40 anni è stato arrestato in base alla legge sul terrorismo in un’operazione congiunta tra la PSNI e la polizia spagnola

Fermin Vila MichelenaFermin Vila Michelena è stato arrestato a Belfast giovedì.

Michelena è sospettato di essere un membro del gruppo armato separatista basco ETA ed è ricercato in Spagna per una serie di attacchi.

Il ministero degli interni spagnolo ha riferito che Michelena è oggetto di tre mandati di arresto.

Il ministero ha detto che fosse parte della cellula di Madrid dell’ETA, autrice di quattro attentati con autobomba nel 2001, durante uno dei quali fu ucciso un alto ufficiale dell’esercito ed un poliziotto.

Poi l’uomo è fuggito in Francia, ha aggiunto il ministero.

Nel 1994 Michelena era candidato per le elezioni europee per il partito radicale separatista basco Herri Batasuna, dichiarato illegale in Spagna nel 2003 per i suoi legami con l’ETA.

Da dicembre 2001 è nella lista europea dei presunti terroristi.

A inizio dell’anno l’ex membro anziano di ETA, Jose Ignacio de Juana Chaos, è fuggito dall’Irlanda del Nord mentre era fuori su cauzione.

De Juana Chaos è stato in carcere 20 anni per l’uccisione di 25 persone in 11 attentati ed è ricercato in Spagna con l’accusa di aver glorificato il terrorismo.

Un tribunale a Belfast ordinò l’estradizione del separatista basco, resosi irreperibile in Nordirlanda dal mese di aprile.

A febbraio di quest’anno le autorità spagnole non sono riuscite ad ottenere l’estradizione di Arturo Villanueva Arteaga, 33 anni, dall’Irlanda del Nord.

Arteaga era ricercato perché avrebbe fatto parte di un gruppo giovanile presumibilmente legati a ETA.