Un diciannovenne accusato di essere tra gli istigatori dei disordini ha ammesso in aula di aver “agito da idiota”

Riot a North BelfastLa polizia ha detto che James Brophy, di Belfast, è stato identificato grazie ai filmati a circuito chiuso relativi ai disordini scoppiati nella zona di New Lodge.

“Dalla visione dei filmati delle telecamere a circuito chiuso del disordine pubblico che ha avuto luogo l’undici sera, sembrerebbe che il convenuto non stesse solo prendendo parte, bensì uno dei promotori principali”, ha detto in tribunale a Belfast l’ufficiale di polizia che lo ha collegato alle accuse.

Brophy affronta le accuse di assemblea riottosa e di possesso e lancio di una bottiglia molotov.

E’ anche accusato di aver aggredito un uomo e di aver minacciato di danneggiare la sua casa.

L’avvocato difensore Billy McNulty ha respinto l’accusa che il suo cliente abbia organizzato i disordini in strada.

Ha detto che Brophy non era a volto coperto, sostenendo che chi ha orchestrato i disordini avrebbe nascosto la propria identità.

McNulty ha detto alla corte che l’imputato è andato alla polizia spontaneamente ed ha accettato il suo coinvolgimento. Tuttavia ha negare l’accusa di aver proferito minacce.

“E’ abbastanza chiaro (dalle telecamere a circuito chiuso) che ha una bottiglia di birra da cui beveva”, ha affermato il legale. “Ha dichiarato di essere ubriaco e, usando le sue parole, ha agito da idiota.

“Ma da qui a dire che era l’orchestratore di questo tumulto, ce ne passa”.

Il giudice distrettuale George Conner ha detto che gli istigatori raramente sono finiti davanti ai giudici.

Ha affermato: “In genere riescono a nascondersi lontano e manipolare gli altri ad agire per loro conto”.

Ma il giudice Conner ripetuto il suo avvertimento: coloro che sono coinvolti in disordini possono aspettarsi di essere incarcerati.

A Brophy è stata rifiutata la libertà su cauzione ed è stato rimandato in custodia. Apparirà di nuovo in tribunale in videocollegamento il prossimo mese.

Nel frattempo un giovane di 18 anni è stato arrestato giovedì per li scontri dell’11 luglio.

Attualmente sta aiutando la polizia nel corso delle indagini.