Maze / Long Kesh

Quasi 20 milioni di euro di finanziamento europeo sono stati approvati a favore del centro di risoluzione dle conflitto che aprirà nel sito dell’ex carcere di Maze. Che potrebbe ospitare anche il Balmoral Show 2013

La richiesta del finanziamento al PEACE III è stata fatta nel gennaio 2011 e l’accoglimento è avvenuto a dicembre.

La conferma è attesa nelle prossime settimane.

Ken Reid, editorialista politico di Utv, ha appreso che la Royal Ulster Agricultural Society avrebbe prenotato il luogo per l’edizione 2013 del Balmoral show.

“Sono pronti a partire”, ha spiegato.

“Hanno già detto che quest’anno la kermesse di svolgerà a Balmoral ma la speranza è di poterla tenere a Maze, ma ci sono problemi per un’eventuale ritardo che avrebbe un effetto deleterio.

“Credo davvero che la RUAS stia spingendo per una risoluzione dell’Esecutivo da approvare al più presto per smuovere il Maze il più veloce possibile e nei tempi previsti”.

C’è stato un estenuante dibattito sul futuro utilizzo dei terreni dell’ex prigione di Lisburn sin dalla sua chiusura, avvenuta 12 anni fa.

Sostenitori del pianificato centro per la risoluzione del conflitto parlano di centinaia di posti di lavoro creati per la costruzione, insieme alla realizzazione di un luogo di educazione e ricerca sul conflitto nordirlandese.

Il parlamentare dello Sinn Fein Raymond McCartney afferma: “La costruzione di un Centro di Risoluzione del Conflitto vedrà la sua trasformazione in luogo di assistenza per altre parti problematiche nel mondo e come risorsa per le ricerche legate al processo di pace irlandese.

“Riteniamo che ci siano molti benefici per l’intera comunità se venisse affrontata la storia del carcere ma adesso dobbiamo vedere l’avanzamento dei lavori e la costruzione del sito e la sua apertura al pubblico il più velocemente possibile”.

Tuttavia la notizia è stata accolta con particolare preoccupazione dal parlamentare europeo Jim Nicholson.

“Questo finanziamento non riguarda un nuovo stanziamento ma piuttosto una grossa fetta di un finanziamento già destinato all’Irlanda del Nord e questi 18 milioni di sterline potrebbero venire usate per molti progetti meritevoli in tutta la provincia.

“Molti gruppi che rappresentano le vittime innocenti dei Troubles mi hanno ripetutamente presentato le loro preoccupazioni su questo progetto, sia in termini di natura politica del sito che per l’importo del finanziamento che sarebbe distolto da altri progetti”.