L’Orange Order dovrà accettare che alcune parate non saranno effettuate, dice uno shinner

Coleraine paradeJohn O’Down, uno dei rappresentanti dello Sinn Fein nel nuovo gruppo di lavoro sulle parate – che ha iniziato il suo lavoro martedì – accetta che ci saranno compromessi dei repubblicani.

Ma avverte che anche gli ordini lealisti dovrenno scendere a patti: “Ciò che abbiamo approvato è una rinnovata attenzione da parte di tutti per facilitare una soluzione – le chiavi saranno dialogo e persuasione.

“Ma in alcuni casi la realtà è che la soluzione ad alcune dispute sulle parate sarà di non far svolgere la parata stessa”.

Nel frattempo, Nelson McCausland del DUP, anch’egli nel gruppo di lavoro, spinge gli unionisti e specialmente i membri degli ordini lealisti a rispondere positivamente ai tentativi del gruppo di sostituire la Commissione Parate con qualcosa di mogliore.

“Quest’opportunità è stata molto combattuta e perciò non deve essere sprecata”; ha affermato.

Comunque lo SDLP e l’UUP hanno accusato il DUP e lo Sinn Fein di “spartizione”, per averli esclusi dal gruppo di lavoro sulle parate.

Un importante membro orangista ha riferito che mentre non aveva mai accettato la legittimazione della Commissione Parate, se firma un nuovo sistema di aggiudicazione delle parate avrebbe dovuto accettare le decisioni della giuria – anche se non fosse d’accordo con loro.