Tre uomini della Contea di Armagh, arrestati in seguito ad un’operazione durata due anni da “agenti dei servizi di sicurezza”, sono comparsi oggi in aula a Belfast

MI5Mentre non ci sono dirette indicazioni su quale sezione dei “servizi di sicurezza” sono stati coinvolti, al giudice Hart fu detto in una precedente udienza che il caso riguardava un’operazione dell’MI5 diretta contro la Real IRA.

Il trio a processo è composto da Paul Anthony John McCaugherty, 43 anni di Beech Court a Lurgan, da Desmond Paul Kearns, 44 anni di Tannaghmore Green a Lurgan e da Dermot Declan Gregory, 41 anni di Concession Road a Crossmaglen, conosciuto anche come Michael Dermot. Si dichiarano tutti innocenti in relazione a sette diversi capi d’accusa.

McCaughey deve rispondere di tutte e 7 le accuse: cospirazione per possesso di esplosivi e armi da fuoco, utilizzo di 46.000 euro per scopi terroristici, appartenenza all’Irish Republican Army e messa a disposizione degli incassi di un ristorante in Portogallo per scopi terroristici.

Kearns è accusa di cospirazione per possesso di armi da fuoco ed esplosivi, mentre Gregory è accusato di aver reso disponibili gli incassi del ristorante Alvor in Portogallo per scopi terroristici.

Durante la sua arringa iniziale, l’avvocato dell’accusa Gordon Kerr ha detto che l’operazione iniziò nell’agosto 2004 e terminò con l’arresto dei tre uomini nel giugno 2006.

L’operazione, collegata a ciò che la polizia riteneva un contrabbando internazionale di armi, ha richiesto numerosi incontri in tutta Europa ed anche a Istanbul in Turchia.

Molte conversazioni durante la moltitudine di incontri furono segretamente registrate ed in alcuni casi ci furono anche riprese video.

Durante la precedenza udienza fu comunicato al giudice Hart che esistevano 90 ore di comunicazioni registrate.

Il processo dovrebbe durare circa 5 settimane.