Ciaran Cunningham, portavoce di Cogús – il dipartimento dedicato ai POW di Republican Network for Unity – chiede la piena implementazione dell’accordo di Maghaberry dello scorso agosto

Murales RNU al Free Derry CornerAfferma Cunningham: “Siamo al quarantesimo anniversario dell’internamento, difficile da credere. I regimi dei governi di Stormont e britannico ritenevano che imprigionare centinaia di irlandesi avrebbe spezzato la resistenza al giogo britannico. Quanto si sbagliavano.

“Ciò che è più difficile da comprendere è come quarant’anni dopo, continuiamo ad avere in carcere prigionieri politici che si oppongono al dominio imperialista. Nelle ultime sei settimane, i prigionieri repubblicani a Maghaberry hanno partecipato alla Dirty Protest a causa del fallimento, da addebitare al Prison Service e al ministro della GIustizia David Ford, dell’implementazine dell’accordo di agosto 2010.

“Ai POW sono state respinte le visite legali e familiari, l’uso del telefono, la partecipazione alla messa, l’esercizio e l’educazione. La situazioe è divenuta così intollerabile che Cogus e Cabhair Prisoners ha realizzato uno sciopero della fame della durata di 48 ore. Come hanno detto in precedenza, non stanno cercando un trattamento speciale, solo l’attuazione dell’accordo del 12 agosto.

Cunnigham ha concluso: “Data la crescente crisi nella prigione di Maghaberry, RNU chiede nuovamente che l’accordo venga adottato prima che la situazione peggiori. Chiediamo anche un incontro immediato con Ford per cercare una soluzione, prima dell’aumento della protesta”.