Il processo contro un uomo che si presume abbia cercato di acquistare armi ed esplosivi per la Real IRA in Lituania è stato aggiornato

Michael Campbell in aulaMichael Campbell, fratello di uno degli accusati della bomba di Omagh, venne arrestato in un’operazione sotto copertura nello stato baltico dopo aver consegnato denaro contante per acquistare un fucile di precisione, detonatori e timer, è stato riferito in aula.

Nuovi dettagli dell’operazione sono emersi, prima che il processo venisse aggiornato ad ottobre.

Esplosivi

L’accusa lituana ha affermato che Campbell ha cercato di negoziare un accordo per fucili, munizioni e materiale per la costruzione di bombe da destinare al gruppo repubblicano.

Rischia fino a 20 anni di carcere se trovato colpevole.

L’accusato è il fratello di Liam Campbell, condannato e costretto a risarcire i parenti delle vittime per l’attacco di Omagh del 1998, dove perirono 29 persone.

Entrambi sono di Upper Faughart, vicino a Dundalk, nella Repubblica d’Irlanda, vicino al confine con l’Irlanda del Nord.

Michael Campbell è accusato di sostenere un gruppo terroristico cercando di contrabbandare armi da fuoco, munizioni ed esplosivi dalla Lituania all’Irlanda.

Si è saputo che il 36enne ha pagato ad agenti sotto copertura lituani 10.000 euro per alcune armi, tra cui un fucile di precisione, detonatori, timer e quasi 10 chilogrtammi di esplosivo ad alta velocità, in un garage nella zona industriale di Vilnius.

Avrebbe anche illegalmente trasportato e sparato con un fucile, un AK-47 e alcune pistole,, e avrebbe esaminato il fucile di precisione, i timer meccanici e l’esplosivo.

Campbell avrebbe chiesto ai presunti trafficanti di armi quanto esplosivo sarebbe servito per far esplodere un’autovettura della polizia o un’auto governativa blindata, e se avrebbero potuto fornire un addestramento a membri della Real IRA sull’uso delle armi.

Campbell, in custodia in Lituania fin dal suo arresto, non ha presentato appello.

Estradizione

Le autorità di Vilnius hanno iniziato il processo di estradizione contro tre uomini – Liam Campbell, Seamus McGreevy e Brendan McGuigan – che sono ricercati per venire interrogati sul contrabbando di armi.

Liam Campbell si trova in custodia in Irlanda del Nord, mentre il caso contro McGuigan, 29 anni di Omeath, e McGreevy, 56 anni di Gormanstown, verranno avviati il prossimo novembre presso l’Alta Corte di Dublino.

Tutte le accuse contro una donna fermata insieme a Michael Campbell sono state respinte.