L’Alliance Party ha detto che non fornirà nomi per il posto di ministro della Giustizia fino a quando non verrà siglato un accordo su altre questioni chiave

Martin McGuinness e Peter RobinsonIl primo ministro ed il suo vice, Peter Robinson e Martin McGuinness, hanno chiesto ai parlamentari di presentare i nomi di potenziali candidati entro il prossimo venerdì.

Ma in una lettera, l’Alliance parla della necessità di un accordo sul programma di attuazione per il posto di ministro della GIustizia.

Desidera anche un vero progresso sulla strategia per le relazioni comunitarie.

Venerdì, il primo ministro e leader del DUP, Robinson, ha respinto la scadenza, indicata da McGuinness dello Sinn Fein, per risolvere le divergenze su polizia e giustizia.

McGuinness, vice primo ministro, ha avvertito di una prossima “esplosione di crisi” a Stormont.

I due partiti hanno discusso per mesi sul trasferimento dei poteri di giustizia e polizia da Londra a Belfast.

Per Robinson occorre “affrontare adeguatamente” le questioni prima del trasferimento dei poteri a Stormont.

“Dal punto di vista dell’intera comunità, sarebbe una follia per noi mettere la firma sotto ad una certa data indicata in maniera autonoma dallo Sinn Fein, senza risolvere le questioni in sospeso – voi avete a che fare con i problemi”, ha affermato.

Robinson rispondeva ai precedenti commenti di McGuinness, che diceva: “Se non otteniamo una data per il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia prima di Natale, per renderlo effettivo il prossimo anno, credo di troveremo in una situazione insostenibile”.