Jim AllisterL’accordo che ha interrotto la battaglia per due elezioni suppletive nei consigli di Craigavon e Ballymoney è un accordo “a sé stante”, ha dichiarato Jim Allister.

Il leader di Traditional Unionist Voice ha affermato che in seguito all’atteggiamento di alcuni membri del DUP, accusati da Allister di aver fatto gli “sbruffoni”, l’accordo probabilmente non verrà più ripetuto.

Il DUP, comunque, ha detto di essere interessato al colloquio con tutti i partiti unionisti per il bene comune – e un ulteriore coinvolgimento tra i due partiti aspramente rivali per le elezioni del prossimo anno non può essere escluso a priori.

E’ stato confermato il viaggio di Allister a casa di Mervyn Storey, DUP, per negoziare un accordo quid pro quo in base al quale il TUV non chiedeva elezioni suppletive a Ballymoney qualora il DUP avesse restituito il favore a Craigavon.

Entrambi hanno rifiutato di rivelare tutti i dettagli delle loro discussioni ma Storey ieri ha accusato il suo ex collega di partito di averlo “imbottigliato” e, secondo lui, la ragione per cui il TUV ha scelto l’accordo è la scarsità di candidati disponibili.