La sorella del repubblicano di Strabane morto mentre si trovava in custodia della polizia presso la stazione PSNI di Strand Road a Derry dice di non John Brady with Margaret and Lornacredere che l’indagine svolta dal Police Ombudsman porterà alla verità

Lorna Brady ha rilasciato il commento dopo aver onorato il primo anniversario della morte di suo fratello John, lo scorso venerdì.

La donna ha protestato all’esterno della stazione di polizia insieme a sostenitori dell’IRSP, Republican Network for Unity, e del 32 County Sovereignty.

La donna di Strabane ha riferito che il Police Ombudsman rilascerà il suo rapporto entro fine mese. “L’ultima data sentita sarebbe il 26 ottobre, ma è stato rimandato così tante volte che adesso aspettiamo e vediamo.

“Ci hanno detto sarebbe stato rilasciato alla fine di luglio, poi il 18 ottore e adesso il 26 ottobre. Ogni volta ti devi riprendere perché sta diventando molto difficile ed emotivo. Mi ero presa giorni di ferie dal lavoro in passato, pensando avremmo ricevuto il rapporto, perché so che sarà un giorno difficile.

“Stiamo ancora aspettando risposte e tutto ciò che vogliamo conoscere è la verità su quanto accaduto a John”, prosegue.

La Brady ha anche detto di non credere che il rapporto porterà la verità sulla morte del fratello. “Non credo porterà verità. Se vogliamo ottenere la verità dobbiamo prevedere un periodo lungo ed una strada molto difficile, ma siamo pronti per quello. Non importa quanto tempo occorrerà, siamo determinati a proseguire la nostra campagna fino a quanto otterremo la verità”, dice Lorna Brady.

Un portavoce dell’ufficio del Police Ombudsman ha affermato: “L’indagine è completa ed è stato organizzato un incontro con la famiglia Brady per discutere i risultati”.