Ardoyne | 12 07 2012 | Kevin McAuleyLa PSNI ha respinto i reclami ufficiali di aver adottato un approccio più “morbido” con i lealisti, durante i disordini di Ardoyne del 12 luglio.

Gerry Kelly ieri ha invitato il capo della polizia a spiegare perché la polizia sul lato nazionalista di Crumlin Road era in uniforme anti sommossa, mentre gli agenti posizionati verso Twaddell Avenue indossavano un “cappello morbido e uniforme”.

I disordini erano scoppiati nell’area in seguito alla parata di protesta organizzata dal Greater Ardoyne Residents Collective (GARC) contro l’annuale parata dell’Orange Order.

Il parlamentare dello Sinn Fein e membro del Policing Board ha detto che la PSNI deve “spiegare le ragioni per la serie di decisioni sbagliate prese in relazione alla gestione pubblica a North Belfast durante il 12 luglio”.

Kelly ha dichiarato: “Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni per l’approccio adottato in relazione a quello che sembravano essere di due distinte operazioni di polizia.

“Un esempio chiaro dall’esperienza e dai filmati della giornata è che da un lato i residenti nazionalisti di Ardoyne sono stati affrontati dalla PSNI in piena tenuta antisommossa, mentre davanti ai lealisti indossavano un cappello morbido e una normale uniforme”.

Ieri sera un portavoce della PSNI ha respinto le critiche, dicendo che gli agenti hanno agito con professionalità.

“I dispiegamenti di agenti di polizia sono stati tenuti costantemente sotto controllo per la difficile operazione e gli agenti hanno agito con grande professionalità per mantenere al sicuro le comunità durante le circostanze molto provanti.

“A North e West Belfast, come in tutti gli altri distretti del Nord, la PSNI si sforza sempre di fornire un servizio personalizzato, professionale e di protezione, impegnandosi a utilizzare le risorse in un modo che è di supporto e rispondente alle esigenze delle specifiche comunità”.

Kelly ha detto che il suo partito si è già incontrato con i comandanti locali della polizia e ci sarà un ulteriore incontro con il Chief Constable Matt Baggott.

“Mentre una cattiva decisione della Commissione Parate ha reso una situazione volatile ancora più difficile, l’operazione di polizia di quel giorno non ha fatto nulla per attirare la fiducia dei residenti nazionalisti” prosegue Gerry Kelly.

“Lo Sinn Féin non mancherà mai nel chiedere un’applicazione di un buon servizio di polizia. Se la PSNI opera bene, lo riconosceremo, ma qui ci sono chiari errori e decisioni sbagliate e noi prenderemo questa situazione molto seriamente”.

Secondo il falco unionista Nigel Dodds, parlamentare di North Belfast del DUP, i commenti dello Sinn Fein sono “stupidi e grossolani”.

“Penso che sia una vergogna e una delusione constatare come Gerry Kelly senta il bisogno di fare queste ridicoli osservazioni”, ha affermato Dodds.

“Questo ha a che fare con una guerra di bande che sta avvenendo tra lo Sinn Fein e i (cosiddetti, Ndt) dissidenti, ma è semplicemente senza senso confrontare come ha reagito la polizia – dato che i maggiori lanci di molotov e i proiettili sono arrivati dalla zona dei repubblicani, mentre la violenza relativamente inferiore giunta da parte unionista è stata molto, molto breve e in risposta alla violenza repubblicana”.