12 07 2013: Agente PSNI ferito ad Ardoyne

La polizia ha sparato proiettili di plastica e impiegato un cannone ad acqua durante i disordini scoppiati a North Belfast

Tre agenti di polizia sono stati feriti nella zona di Woodvale a North Belfast.

Una donna è rimasta ferita da un proiettile di plastica sparato dalla PSNI.

I disordini sono divampati dopo che la polizia, in ottemperanza alla decisione della Commissione Parate, ha fermato gli orangisti e le bande che li accompagnavano, impedendogli di transitare davanti agli Ardoyne Shops.

I lealisti stanno incolpando la PSNI.

Uno di loro riferisce: “L’ho visto di persona. Ha iniziato la polizia. Alcune persone sono rimaste ferite dai proiettili di plastica”.

Tuttavia la polizia dice che una Land Rover è stata attaccata e un alto ufficiale ha dato l’ordine di impiegare il cannone ad acqua.

Si segnalano anche attacchi contro le abitazioni in Lancaster Street, vicino a North Queen Street.

Circa 400 giovani nazionalisti si sono riuniti in Crumlin Road.

Il parlamentare dello Sinn Fein Gerry Kelly si è arrampicato sulla cima di una Land Rover della PSNI per affrontare i giovani.

A East Belfast gli orangisti hanno sfilato accanto alla chiesa di San Matteo nella parata di ritorno.

Anche in quella zona sono scoppiati gravi disordini e la polizia ha sparato alcuni proiettili di plastica.

Lealisti e repubblicani si sono scontrati nell’interfaccia di Short Strand, lanciando pietre e bottiglie.

La Federazione della Polizia afferma che la “polizia è stata attaccata in diverse parti di Belfast.

“Gli agenti stanno rispondendo con il cannone ad acqua e impiegando proiettili di plastica”.

Alti ufficiali della PSNI hanno chiesto di porre fine ai disordini.

La PSNI ha detto: “La polizia sta facendo appello alla calma e chiede una forte leadership da tutte le parti”.

12 07 2013: Cannone ad acqua

12 07 2013: Lealisti contro la PSNI