Il Greater Ardoyne Residents Collective ha pubblicato il comunicato rilasciato dalla famiglia di Phoebe Clawson, la ragazza investita dall’auto guidata da un prominente orangista

Il mio nome è Tricia McAuley e sono la zia di Phoebe Clawson. Phoebe ha 16 anni e la scorsa sera è stata vittima di un attacco deliberato, quando un membro dell’Orange Order ha lanciato la sua vettura contro lei e gli altri residenti posizionati in Crumlin Road.

Phoebe è rimasta intrappolata sotto la macchina e ha riportato la frattura di una clavicola, di una caviglia rotta e il bacino è in frantumi. Lei soffre terribilmente e non può essere operata fino alla prossima settimana. Mentre le sue ferite fisiche sono gravi, quelle fisiologiche non guariranno mai.

La nostra famiglia desidera ringraziare la gente di Ardoyne, e quelli provenienti da tutta Irlanda e non solo, che ha inviato i propri auguri a Phoebe e chi ha pregato per la sua guarigione. Vorremmo ringraziare i residenti di Ardoyne che hanno aiutato Phoebe nell’immediatezza dell’attacco e il GARC per aver garantito che i giovani fossero costantemente informati. Voglio anche ringraziare tutti i giovani dell’area per la moderazione mostrata mentre Phoebe attendeva l’ambulanza.

Tutto questo non sarebbe accaduto se non fossero le richieste di marciare attraverso la nostra area. Non sarebbe avvenuto se la PSNI avesse fatto quanto era stato chiesto dal GARC prima del tentato omicidio di Phoebe: chiudere la strada per prevenire gli abusi settari provenienti dalle auto di passaggio. È tempo di porre fine alle parate se il risultato è avere una ragazza su un letto di ospedale con le ossa frantumate dal tentativo di omicidio di un bigotto.

La nostra famiglia pensa che questo sia un tentato omicidio. Non un incidente o il panico che si è impossessato dell’autista. Non stava cercando di proteggersi, stava cercando di uccidere qualcuno e per poco non ci è riuscito. Il suo rifiuto a scendere dalla macchina affinché Phoebe potesse essere liberata dimostra che razza di bigotto è quest’uomo.

Questa comunità ha visto i lealisti lanciare qualsiasi oggetto contro delle giovani studentesse che andavano alla Holy Cross. Tra loro c’erano appartenenti alla nostra famiglia. Adesso abbiamo visto Phoebe investita da un lealista. Quando è troppo, è troppo. Le parate in quest’area devono cessare. E anche la violenza che le accompagna deve fermarsi.

Ancora una volta grazie a tutti.

Galleria fotografica (dalla pagina Facebook di Greater Ardoyne Residents Collective)

GARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe ClawsonGARC | Veglia per Phoebe Clawson