La leader del Democratic Unionist Party Arlene Foster è stata ufficialmente nominata nuovo primo ministro per l’Irlanda del Nord

Arlene Foster è la prima donna ad occupare uno dei due posti di comando dell’Esecutivo di Stormont.

In precedenza la Foster aveva rimpiazzato Peter Robinson anche alla guida del DUP, il maggior partito unionista delle Sei Contee.

Robinson a novembre aveva annunciato la sua intenzione di ritirarsi dalla politica, pochi giorni dopo la sigla dell’accordo con Sinn Féin e i governi di Londra e Dublino, denominato Fresh Start, per stabilizzare l’amministrazione di Stormont.

La transizione dei poteri è stata indolore. Nessuno nel DUP ha sfidato Arlene Foster per la leadership del partito.

La Foster, parlamentare eletta nella circoscrizione di Fermanagh e South Tyrone, lavorerà nell’ufficio del primo ministro insieme a Martin McGuinness, Sinn Féin, attuale vice primo ministro.

Siccome il primo ministro e il suo vice devono essere nominati contestualmente, McGuinness sarà rinominato nel suo ruolo durante le procedure in Assemblea il prossimo lunedì.

Arlene Foster ha lunga esperienza nell’Esecutivo di Stormont, avendo gestito tre ministeri e operato per due volte come primo ministro temporaneo.

La nuova leader del DUP dovrà affrontare il primo test elettorale a maggio, con le elezioni per il rinnovo dell’Assemblea.

La sfida del DUP sarà di restare il maggior partito politico del Nordirlanda e con esso il diritto ad esprimere il primo monistro.

Se il DUP dovesse perdere seggi a favore dei propri rivali unionisti, potrebbe esserci la possibilità per lo Sinn Féin di conquistare il maggior numero di voti.

Sebbene i posti di primo ministro e di vice primo ministro sono uguali e hanno la stessa autorità, Arlene Foster sarà determinata ad evitare il simbolismo di scambiare il titolo con McGuinness.