La leader del DUP ha affermato che il DUP non acconsentirà ad una Legge sulla Lingua Irlandese.

A venticinque giorni dalle elezioni, la campagna elettorale inizia a farsi incandescente.

In un discorso a Lurgan tenuto lunedì mattina, Arlene Foster ha lanciato una bordata contro lo Sinn Féin, con il quale ha condiviso il potere a Stormont.

Ha accusato lo Sinn Féin di aver programmato la crisi di Stormont per perseguire il proprio progetto ma di avere un messaggio forte per i repubblicani riguardo alla richiesta di una legge sulla lingua irlandese.

“Questa caratterizzazione secondo cui avremmo dovuto dare qualcosa allo Sinn Féin per tenerli calmi non è il mio modo di gestire la politica” ha detto la Foster.

“Se si dà da mangiare ad un coccodrillo, tornerà di nuovo e chiederà sempre di più”. Nella stessa giornata lo Sinn Féin ha tenuto la riunione per l’avvio della campagna elettorale a Belfast.

Michelle O’Neill, nuovo leader del partito al Nord, non ha voluto commentare le parole della numero uno del DUP.

“Non siamo interessati alla negatività,” ha detto.

“Ci stiamo battendo per questa campagna. Abbiamo presentato questa mattina i nostri candidati sulla base di tre principi fondamentali: rispetto, uguaglianza per tutti e integrità delle istituzioni politiche.

“Questo è il nostro modo di lavorare, questo è ciò che ci interessa”.

Queste elezioni per l’assemblea di Stormont si preannunciano come un aspro confronto tra gli ex partner governativi del DUP e Sinn Féin.

Nel frattempo SDLP e UUP stanno parlando dei piani per lavorare insieme dopo le elezioni. Lo SDLP si è riunito vicino Lurgan lunedì mattina con il leader Colum Eastwood che si è impegnato a lavorare in collaborazione con l’Ulster Unionist Party.

“Scegliamo i partiti che vogliono lavorare insieme per il bene comune” ha detto Eastwood.

“Voglio mettere in chiaro che nessuna critica potrà modificare questo impegno.

“Mi batterò per questo. Collaboreremo, troveremo dei compromessi e, se ci daranno l’opportunità, condivideremo il potere”.

Anche il leader dell’Ulster Unionist Party è sembrato d’accordo con questa posizione.

Mike Nesbitt ha detto: “Colum parla di far funzionare l’Irlanda del Nord, ed io voglio la stessa cosa. La misureremo in termini di prosperità per la nostra popolazione, non solo economicamente ma anche come benessere.

“Saremmo più che felici di lavorare con lo SDLP”.

Nel frattempo la numero uno dell?Alliance Party Naomi Long è preoccupata da come si preannuncia questa campagna elettorale.

“Quello che mi preoccupa maggiormente, devo dire, è il tono sinceramente offensivo di alcuni scambi che avvengono così presto nella campagna elettorale” ha detto.

“Alla fine della giornata, dovremmo aspettarci di meglio da parte dei nostri leader politici rispetto ad un linguaggio scurrile, perché la politica non è quello”.

Quindi la campagna elettorale sta iniziando ma ci sono ancora quattro settimane prima delle elezioni. Se il confronto tra DUP e Sinn Féin si farà sempre più rovente la domanda è questa: come i politici riusciranno a rimettere in piedi Stormont dopo la conta dei voti?