di René Querin

Gerry Adams - Jean McConville

La polizia nordirlandese ha arrestato Gerry Adams in relazione con il sequestro e la morte di Jean McConville avvenuta nel 1972

Il presidente dello Sinn Féin si è recato spontaneamente questa sera presso la stazione di polizia di Antrim per mettersi a disposizione degli investigatori, dopo le numerose accuse da parte di ex repubblicani sul suo ruolo nell’omicidio della madre di 10 figli.

Jean McConville venne rapita nel dicembre 1972 da un commando dei Provisional IRA e divenne la più famosa dei “Disappeared” (gli Scomparsi) nordirlandesi. Il suo corpo fu recuperato sepolto in una spiaggia della contea di Louth nel 2003.

L’IRA aveva ammesso 4 anni prima di essere responsabile del rapimento e dell’esecuzione della donna, accusata di essere un’informatrice assoldata dall’esercito britannico.

A inizio anno Gerry Adams si era dichiarato pronto ad essere interrogato dalla PSNI riguardo “all’omicidio con il quale non ho nulla a che vedere”.

Pochi minuti dopo essere entrato nella stazione di polizia di Antrim, dove adesso è interrogato, il suo portavoce aveva rilasciato un comunicato nel quale Adams dichiarava che”come leader repubblicano, non mi sono mai sottratto alla responsabilità di costruire la pace. Questo comprendeva dover affrontare la difficile questione delle vittime e delle loro famiglie”.

La dichiarazione del presidente dello Sinn Féin, attuale parlamentare a Dublino, proseguiva dicendo “che l’omicidio di Jean McConville e la sepoltura segreta sono state un errore e una tremenda ingiustizia per lei e la sua famiglia”.

Gerry Adams ha continuato il comunicato contestando le ultime dichiarazioni, provenienti da ex membri dell’IRA, parlando di “affermazioni maligne, che io respingo”.

“Non mi sono mai dissociato dall’IRA e mai lo farò”, prosegue la nota lasciata da Adams. “Sono innocente per il rapimento, uccisione o sepoltura della signora McConville”.

Subito si sono levate le parole di protesta dei suoi compagni di partito, sodali di una vita passata nelle file del partito repubblicano.

Gerry Kelly su Twitter si aspetta “il pronto rilascio dopo il suo arresto gratuito – specialmente dopo che si era pubblicamente offerto di parlare con la polizia”.

Parlando poi al Nolan Show, il parlamentare di North Belfast evidenzia delle ombre “su questo arresto avvenuto proprio in periodo di campagna elettorale”.