Jim Allister | TUV
“L’arresto di Sean Kelly solleva seri interrogativi per la PSNI, il Segretario di Stato, lo Sinn Féin e il Primo Ministro.

“In primo luogo, perché la PSNI ha virato rotta rispetto ai rapporti originali in cui si parlava di ferimento in stile paramilitare? L’attacco ha impressionanti similitudini con quelli compiuti in passato dall’IRA e da altri gruppi terroristici. Sicuramente l’arresto di un ex membro IRA in relazione al caso tenderebbe ad avvalorare i rapporti secondo cui la sparatoria è legata ai paramilitari? È essenziale che il desiderio di preservare il processo politico non impedisca alla polizia di incolpare chi di dovere.

“In secondo luogo, il Segretario di Stato dovrebbe immediatamente revocare la licenza di rilascio anticipato di Kelly. Lo farà?

“In terzo luogo, la licenza di Kelly è stato precedentemente revocata nel 2005, ma è uscito di prigione dopo una campagna di alto profilo dello Sinn Féin. Una protesta era stata inscenata davanti agli uffici dell’HM Prison Service mentre Gerry Kelly, parlamentare dello Sinn Féin (vedi: http://www.sinnfein.ie/contents/4832), ha elogiato in maniera nauseante il contributo di Sean Kelly al “processo di transizione dal conflitto alla pace “(vedi: http://www.sinnfein.ie/contents/4678). Numerose dichiarazioni sulla questione rimangono visibili sul sito dello Sinn Féin/IRA.

“Spetta al Sinn Fein di precisare esattamente quale sia il loro rapporto con Kelly e il suo status all’interno del partito e del movimento repubblicano in generale.

“Infine, il Primo Ministro deve fare di più di rilasciare dichiarazioni. Il DUP deve uscire dalla collaborazione con lo Sinn Féin/IRA. Non dimentichiamo ch3 venne svolto un simile dibattito dopo l’omicidio di Paul Quinn, ma dopo un paio di settimane è stato tutto dimenticato. Non possiamo nascondre questo incidente sotto il tappeto. Piuttosto gli unionisti democratici devono rendersi conto che è giunto il momento di rompere il patto Faustiano con gli amici di Sean Kelly.