Marian PriceIl recente arresto politico della Segretaria nazionale del 32 County Sovereignty Movement, Marian Price, dimostra il fatto che la gestione della polizia nelle Sei Contee sarà sempre politica. Abbiamo sempre dichiarato che laddove la sovranità sia in discussione, la polizia si schiererà sempre in tale disputa. Il mito che la polizia nelle Sei Contee possa essere staccata dalla questione costituzionale utilizzando la farsa della “Polizia Civica” è stata distrutta ancora.

Il governo britannico ha utilizzato ripetutamente la polizia per cercare di ingraziarsi qualsiasi clima polico prevalga. Da una parte abbiamo la creazione dei benigni District Policing Patrnership come contentino per le circoscrizioni dell’establishment nazionalista. E ora che abbiamo gli unionisti alle prese con la questione del trasferimento dei minimi ‘poteri’ di Polizia e Giustizia a Stormont, siamo testimoni degli arresti di attivisti repubblicani di alto profilo da parte della RUC, la polizia paramilitare. Accoppiati a queste c’è la comparizione di Repubblicani irlandesi davanti ai tribunali per le ragioni più false.

Tutto questo porta all’obiettivo prefissato dal governo britannico riguardo all’uso della polizia politica. Chiediamo a tutti i repubblicani di essere attenti nel futuro in quanto si intensificheranno gli sforzi britannici di proteggere la sua sovranità illegale su parte dell’Irlanda.