Per la PSNI ci sarebbe la Real IRA dietro ai due attacchi contro le abitazioni di personale della polizia avvenuti oggi nella Contea di Derry, descritti come “temerari e disperati”

Attacco a ClaudyCi sarebbero voci non confermate della presenza di altri ordigni nella zona. La polizia chiede alla popolazione di essere estremamente vigile.

Un ordigno è esploso nelle prime ore di mercoledì mattina fuori da un’abitazione in Ervey Road di proprietà di un poliziotto cattolico.

Lo scoppio ha provocato danni alla porta d’ingresso dell’abitazione, ma nessuno era all’interno della casa.

In un secondo attacco a Learmount Road, una bomba è stata ritrovata nel giardino dell’abitazione di un dottore che cura i prigionieri mentre si trovano sotto custodia della polizia.

Il dottore, ce lavora come medico forense alla stazione di polizia locale, è il presidente del Foyle Hospice.

Tre uomini – due di 36 anni ed uno di 28 – sono stati arrestati nella zona di Derry, in relazione agli attacchi.

L’allarme sicurezza è ancora in corso.

Stephen Martin, Soprintendente della PSNI, ha riferito a Utv: “Questo poliziotto è un membro della comunità, passa il suo tempo a lavorare per la comunità.

“Sul motivo per cui il dottore è stato attaccato, non riesco a comprendere come possa diventare un obiettivo un medico generico – un uomo che ha lavorato per la comunità per 40 anni”.

Durante i Troubles, ricorda Martin, i dottori erano visti come “neutrali ed indipendenti”.

“Penso sia indicativo della spericolatezza e della temerarietà di questi piccoli gruppi anti-pace, quando possano trovare una ragione per attaccare un dottore”, ha aggiunto.

Thomas Conway, consigliere SDLP per Claudy e presidente del District Policing Partnership di Folye, ritiene responsabili per gli attacchi le formazioni repubblicane.

“Fino ad ora i repubblicani hanno attaccato solamente nei confini della città di Derry e questa è la prima volta in cui si spostano nelle zne di campagna.

“Sebbene gli attacchi contro la casa di qualcuno siano sempre deplorevoli, le zone di campagna sono molto più isolate e quindi sono obiettivi molto più semplici.

“E’ anche preoccupante che i responsabili siano riusciti, ovviamente, ad ottenere informazioni di intelligence riguardo alle abitazioni ed ai movimenti dei loro obiettivi.

Ha quindi aggiunto: “Queste sono azioni deplorevoli. C’è davvero un senso di rabbia nella comunità-

“Condanno completamente questi attacchi e chiedo a chiunque abbia informazioni di passarle alla PSNI”.

Brian Rea, presidente del Policing Board, parla di attacchi “totalmente ingiustificabili”.

“E’ una fortuna che nessuno sia rimasto ucciso o gravemente ferito.

“I responsabili di questi scellerati atti di violenza non possono dare alcun contributo positivo alla nostra società e non riusciranno a distruggere l’enorme processo fatto riguardo alla gestione della polizia in tutte le comunità”, ha proseguito.

Nel frattempo una donna di 36 anni è stata fermata a Derry nel pomeriggio di mercoledì per “presunta attività repubblicana”.

E’ stata arrestata dagli agenti del Serious Crime Branch della PSNI e sta aiutando la polizia.

Attacco contro personale della polizia

“Temerario e disperato”