birraUn rapporto rilasciato oggi collega l’eccesso di bevute quotidiane al processo di pace in Nordirlanda.

La rapida crescita nei pub e nei club così come il cambiamento delle leggi sulle licenze ha portato i consumi di alcolici alle stelle rispetto al resto del Regno Unito, dove invece c’è un leggere declino nei numeri totali.

Il numero di persone che consumano alcol in Irlanda del Nord sta crescendo, specialmente nella fascia 16-24 anni.

Un rapporto pubblicato dalla Joseph Rowntree Foundation afferma che una possibile spiegazione per l’aumento del consumo di alcolici dal 1986 potrebbe essere l’introduzione di nuove leggi 13 anni fa e lo sviluppo dell’industria del divertimento avvenuta con l’inizio del processo di pace.

Si legge nel rapporto: “Il processo di pace ha portato un aumento di investimenti, occupazione, urbanizzazione, migliorato lo status finanziario e l’indipendenza tra la popolazione e in particolare tra i giovani.

“L’emancipazione sociale ed economica, quando messa a confronto con il basso consumo di alcol a causa di norme religiose e culturali, potrebbe aver portato ad un aumento del consumo negli ultimi anni rispetto al resto del Regno Unito”.

Nel frattempo il rapporto osserva che nel Regno Unito almeno una donna su sei adesso supera del doppio la dose consigliata quotidianamente, stabilita in tre unità.

Gli uomini continuano a bere di più, quasi un quarto di loro (il 23%) consuma il doppio di alcol di quanto dovrebbe, ma la “differenza tra i sessi” si sta restringendo. Tra il 1998 ed il 2006 il numero di donne che “bevono smodatamente”(1) è quasi raddoppiata, raggiungendo quota 15%, più di 4,5 milioni di donne nel Regno Unito.

Ma il numero di giovani tra 16 e 24 anni che hanno questo comportamento è scesa del 9% dal 2000. La ricerca rivela un costante aumento del consumo di alcolici tra le persone di mezza età e gli anziani.

Lesley Smith, autrice della ricerca, della Oxford Brookes University ha detto: “Un’analisi della tendenza degli ultimi 15 o 20 anni indica che il comportamento delle donne si è incrementato maggiormente rispetto a quello degli uomini, almeno in UK dove la differenza tra i due sessi nel consumo eccessivo e dannoso è diminuita negli ultimi anni”.

Smith ha aggiunto: “Molta preoccupazione è stata espressa negli ultimi anni sull’assunzione di alcol da parte dei giovani, e specialmente per quanto riguarda il «binge-drinking».

“Molte persone saranno sorprese di sapere che la percentuale di giovani che beve è diminuita negli ultimi anni, a differenza di quelle relative alle persone di mezza età e più anziane”.

L’aumento dell’indipendenza delle donne e la sicurezza finanziaria sono identificate come le ragioni dell’aumento del consumo di alcol, insieme alla “pressione della pubblicità positiva”.

Il rapporto rivela che meno giovani bevono, ma quelli che lo fanno consumano sempre più alcol.

Il consumo di alcol nella fasica di età 11-13 anni si è raddoppiata rispetto ai livelli degli anni Novanta.

Drinking in the UK: An exploration of trends - Summary
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif Reviews research and highlights trends in alcohol consumption over the last 20 to 30 years. Il consumo di alcol nel Regno Unito - Sommario del rapporto. In lingua inglese Dimensione / Size:
86.54KB
Scaricato / Clicks:
109

Drinking in the UK: An exploration of trends - FULL REPORT
http://www.lesenfantsterribles.org/wp-content/plugins/downloads-manager/img/icons/pdf.gif Reviews research and highlights trends in alcohol consumption over the last 20 to 30 years. Il consumo di alcol nel Regno Unito - Rapporto Completo. In lingua inglese Dimensione / Size:
5.21MB
Scaricato / Clicks:
87

Note

(1) In inglese si utilizza il termine “binge” che indica un comportamento sregolato per cui una persona beve molti alcolici in poco tempo, con l’obiettivo (spesso ma non sempre) di ubriacarsi. Torna su