pompiereIl Fountain Bar di Shore Road a Greencastle è sfuggito di un soffio ad un grave danneggiamento causato dal fuoco, la scorsa settimana, grazie al pronto intervento dei vicini.

Il proprietario Paul Gillen ha riferito che solo l’attenzione dei vicini e l’efficienza del Fire Service ha salvato l’edificio dalla completa distruzione.

L’attacco è il secondo in pochi mesi, dopo il lancio di pipe bomb da parte di lealisti contro il locale ad inizio marzo. Allora, come adesso, l’attacco è stato seguito dal danneggiamento contro la St Mary Primary School sempre a Greencastle.

Nell’incidente della scorsa settimana le telecamere a circuito chiuso hanno mostrato un uomo che cerca di appiccare fuoco all’edificio intorno alle 3 di venerdì mattina. La ripresa fa vedere l’uomo mentre attraversa il muro posteriore e dà fuoco ai bidoni. Il nastro è stato consegnato alla polizia che cerca di migliorare le immagini.

Il fuoco ha causato lo scioglimento dei bidoni, con conseguente bruciatura del retro del pub.

“Tu vedi questo ragazzo muovere un cilindro di gas e dargli fuoco ma non è riuscito a gestirlo”, dice Paul. “Abbiamo ricevuto la chiamata della società che ha installato l’allarme intorno alle 3:15. Quando è giunta la chiamata secondaria abbiamo capito che stava succedendo qualcosa di grosso. I vicini sono stati grandi, hanno visto le fiamme e sono andati subito dai pompieri, così quando siamo giunti al locale la squadra di soccorso era già all’opera.

“Hanno reagito con prontezza e solo per il loro modo veloce di pensare, aggiunto alle nostre porte taglia fuoco, avrebbe potuto essere molto peggio, mi ha riferito il comandante dei pompieri.

“Il bar serve la comunità ed un attacco contro il locale è un attacco alla comunità stessa. Non riesco a capire perché siamo diventati dei bersagli”.

Qualsiasi informazione sull’attacco di venerdì 24 luglio può essere riportata alla polizia.