Ricerche a Kinawley

Un uomo è comparso in tribunale con accuse legate ad attività terroristica legate al ritrovamento di esplosivi e munizioni in una fattoria della Contea di Fermanagh

Barry Francis Petticrew, 43 anni di Swanlinbar nella Contea di Cavan, ha parlato solo per confermare di aver compreso le accuse mosse contro di lui.

È accusato di possesso di ordigni esplosivi improvvisati e di loro componenti, di munizioni con l’intento di mettere in pericolo la vita e di possesso di articoli che possono essere utili ai terroristi.

Le accuse nascono dal recupero di 500 chili di esplosivo artigianale, sei pipe bomb, armi da fuoco e 100 munizioni, così come timer, detonatori, tute forensi e guanti.

La scoperta è stata fatta presso un’azienda agricola situata in una zona rurale di Kinawley, vicino al confine con la Repubblica, durante un’operazione di ricerca durata quattro giorni.

Al momento la polizia ha detto che gli elementi recuperati hanno “il potenziale di causare lesioni, danni e la morte”.

Nel corso del procedimento avvenuto lunedì al tribunale di Enniskillen, un investigatore della PSNI ha detto che la polizia ritiene di poter collegare Petticrew ai reati.

Nessuna richiesta di rilascio con la condizionale è stata avanzata e il giudice distrettuale Nigel Broderick ha rinviato l’imputato in custodia fino al 10 novembre, quando comparirà davanti al giudice tramite collegamento video.

Nel centro di Enniskille il traffico è stato bloccato dalla polizia per consentire al furgone carcerario di lasciare il tribunale con l’accusato a bordo.