UVF | Mount Vernon, North Belfast
Secondo la polizia, l’UVF è responsabile degli attacchi razzisti compiuti in questi giorni a South e East Belfast.

L’Assistente del comandante della polizia Will Kerr ha affermato che gli attacchi hanno un “profondo e sgradevole sapore di pulizia etnica”.

I commenti sono stati fatti giovedì nel corso della riunione del Policing Board, l’ente di controllo sull’operato dfella polizia.

Gli attacchi, secondo l’ufficiale PSNI, hanno contribuito ad innalzare del 70% i crimini legati all’odio nella città.

Questi incidenti giungono dopo l’assedio di un quartiere di Larne da parte di 100 uomini dell’UDA armati e mascherati, domenica scorsa.

La grande folla, tra cui molte persone armate di mazze da baseball e martelli, sono calati sulla cittadina e hanno quasi distrutto tre proprietà.

Hanno anche provato ad incendiare un’abitazione mentre gli occupanti erano ancora all’interno.

Due case nella zona di Ferris Avenue, in cui vivevano due fratelli, sono state sventrate.

Dozzine di uomini a volto coperto si sono fatti largo fino alle abitazioni. Una quindicenne è stata inseguita fino ai piani superiori.

Secondo alcune fonti, un alterco scoppiato sabato pomeriggio tra cinque uomini – di cui tre portati in ospedale – è collegato agli attacchi di domenica.