Il soldato in pensione, di cui non è stato comunicato il nome ma solo la sigla usata nel rapporto di Lord Saville, era stato interrogato dagli ufficiali del Legacy Investigation Branch

L’ex soldato era stato fermato e trasferito nella stazione di polizia di Musgrave a Belfast per essere interrogato sulla morte di William Nash, 19 anni, HJohn Young, 17 anni, e Michael McDaid, 20 anni. avvenuta durante il Bloody Sunday del 30 gennaio 1972 a Derry. L’uomo, 66 anni, è stato rilasciato con la condizionale mentre le indagini sul suo conto proseguiranno.

L’ex soldato, ora in pensione, è stato arrestato martedì dagli agenti del Legacy Investigation Branch nella Contea di Antrim.

La polizia ha riferito di averlo rilasciato con la condizionale.

Le notizie sul rilascio del “Soldato J” sono trapelate poche ore dopo la protesta tenuta dai sostenitori delle forze di sicurezza, tra cui il noto lealista Willie Frazer.

Il 30 gennaio 1972 a Derry una marcia per i diritti civili passava per il quartiere nazionalista del Bogside, quando i soldati del 1° Reggimento paracadutisti hanno aperto indiscriminatamente il fuoco contro i manifestanti, uccidendo 13 persone, per lo più giovanissimi.

John Johnston, ferito quel tragico giorno, morì alcuni mesi dopo.

A settembre è stato rivelato che sette soldati dovevano essere interrogati dagli investigatori.

Manifestazione lealista a Musgrave | Alan LewisManifestazione lealista a Musgrave | Alan LewisManifestazione lealista a Musgrave | Alan LewisManifestazione lealista a Musgrave | Alan LewisManifestazione lealista a Musgrave | Alan LewisManifestazione lealista a Musgrave | Alan LewisManifestazione lealista a Musgrave | Alan Lewis