Suzanne Breen, Sunday World

BNP | British National PartyIl BNP ha inviato un messaggio raggelante alle famiglie immigrate a East Belfast: “giù le mani dagli asili nido, parassiti stranieri”.

E la sezione nordirlandese del partito ha lanciato un pungente attacco ai politici locali che incoraggiano multi-culturalismo.

Il BNP sostiene che decine di bambini locali vengono allontanati dai cancelli della scuola, perché la priorità è data agli immigrati.

Per il BNP è deprecabile che i figli di “stranieri avvantaggiati”, che a malapena parlano inglese, vengano accettati nelle scuole materne mentre ai bambini nati a Belfast sono stati rifiutati i posti per l’inizio dell’anno scolastico del prossimo mese.

Il sistema delle scuole materne è in crisi, con circa 1.500 bambini respinti in tutta l’Irlanda del Nord a causa della mancanza di risorse.

Un portavoce del BNP ha condannato una serie di altri “ingiustizie”.

“Non è solo per i nostri posti di scuola materna rubati da questi parassiti sgraditi. Si tratta di tutti i nostri servizi – dalle abitazioni agli appuntamenti in ospedale e alle cure – la lista è infinita”, ha affermato.

“Il nostro paese viene invaso quotidianamente da ogni indesiderato che può farsi strada qui per richiedere i benefici e servizi che non possiamo ottenere per il nostro popolo”.

E il BNP colpisce i due nuovi parlamentari dell’Alliance Party eletti a East Belfast, Judith Cochrane e Chris Lyttle, che starebbero trasformando la zona bianca e protestante in “un ambiente infernale multiculturale”.

Il partito di estrema destra accusa Cochrane di “promuovere l’invasione degli immigrati nel nostro Paese” e Lyttle per le campagne per la rimozione dei murales paramilitari lealisti.

“Questi parlamentari non sono amici dei nativi di East Belfast. Se lo fossero, promuoverebbero una campagna per assicurarsi che gli abitanti locali abbiano la priorità nella propria area e non si adopererebbero per gli stranieri”, ha detto il BNP.

Entrambi i politici di Alliance Party promettono di non farsi intimidire. “E’ disgustoso che il BNP stia usando i bambini e la scarsità di asili nido come mezzo per promuovere la propria agenda negativa”, dice Cochrane.

“L’immigrazione arricchisce la nostra società – molti dei nostri principali servizi non potrebbero essere fornite senza gli immigrati che lavorano nei nostri ospedali e nelle case di riposo, facendo molti lavori che i locali non vogliono fare”.

Cochrane ha detto che mentre Alliance Party ha ottenuto oltre 8.500 voti a East Belfast nelle elezioni dell’Assemblea di maggio, il BNP ha preso solo 327 preferenze. Lyttle ha dichiarato che il programma del BNP era stato “clamorosamente respinto” a East Belfast, decretando la fine dei giorni di “paura e intimidazione”.

I membri ed i sostenitori del BNP stanno attaccando a testa bassa sull’afflusso di immigrati in altre parti del Nord. “C’è una situazione simile nella «provincia polacca» di Craigavon”, ha affermato uno di loro.

“Luoghi di assistenza piena di bambini stranieri, reparti di maternità pieni di donne straniere in stato di gravidanza, polacchi ubriachi e vagabondi in giro per il «bru». Benvenuti a Varsavia!”