Venerdì 14 marzo alle 22:30 un’Unità in Servizio Attivo dell’Irish Republican Army ha lanciato un’operazione contro le forze di Stato britanniche, nella fattispecie una pattuglia della PSNI. Nell’attacco l’IRA ha colpito una Land Rover della PSNI mentre passava davanti al City Cemetery di Falls Road a Belfast.

Nei pressi l’IRA aveva dislocato una seconda unità munita di armi automatiche con l’intento di colpire il personale che fosse uscito dai veicoli. L’ordigno utilizzato nell’azione di attacco era un Explosively Formed Penetrator (EFP) fatto esplodere tramite un comando via cavo.

Questi ordigni costituoscono una parte importante dell’inventario dell’arsenale dell’IRA. Il nostro sviluppo di questo genere di ordigno è un’ulteriore prova della crescente competenza e dell’ingegno del nostro DIpartimento di Ingegneria. La precisione dell’ordigno è dimostrata dal fatto che ha colpito il bersaglio.

La PSNI è l’avanguardia dell’occupazione britannica in Irlanda. Sono protettori dello Stato pesantemente armati che rinforzano la legge britannica in Irlanda. Si impegnano a molestate quotidianamente i cittadini irlandesi, arrestano i repubblicani e facilitano il lavoro dell’MI5 con la piena conoscenza e sostegno del governo britannico. Per questa ragione la PSNI è un bersaglio legittimo per l’IRA.

In passato l’IRA ha dimostrato la sua capacità di colpire il personale della PSNI e continuerà a farlo in futuro.

I.R.A.

Comunicato IRA