Venerdì un ordigno è esploso a East Belfast. Per il proprietario dell’abitazione i lealisti avrebbero minacciato di morte suo figlio

Invernook Drive, East BelfastSi tratterebbe del secondo attacco contro l’abitazione di William Hamilton in Invernook Drive avvenuto in questo inizio 2012.
L’ordigno è esploso venerdì alle 20:40 circa. La porta di ingresso è stata divelta, ma nessuno è rimasto ferito.

Nello spazio di poche ore un altro attacco è avvenuto sempre nella stessa zona.

Al momento dell’attacco il presunto obiettivo si trovava al piano superiore della casa di Invernook Drive.

SUo padre accusa i paramilitari lealisti per l’attacco.

Afferma William Hamilton: “Ho parlato con la UVF e mi hanno dato la loro parola che non c’entrano nulla, né con oggi e né con il primo attacco con armi da fuoco. Non hanno nulla contro di noi e pensiamo sia tutto a posto.

“Ieri mio figlio ha ricevuto un’altra minaccia di morte. Gli avevano detto che sta per essere attaccato dai paramilitari lealisti e poi è successo questo.

“Mi ha detto un amico che se non porto via mio figlio (i lealisti) lo metteranno in una cassa da morto”.

Venerdì sera i residenti di Invernook Drive sono stati costretti a recarsi da amici o nei vicini locali comunitari.

Ad Andrew Hunter non hanno permesso di rientrare in casa, neppure per prendere il cane.

“Era troppo pericoloso”, ha spiegato.

“Così siamo stati da amici per qualche ora. Mia moglie deve andare al lavoro, perché è un’infermiera.

“Per cui è andata a lavorare senza uniforme e senza scarpe”.

Il consigliere dell’UUP Jim Rodgers ha deplorato l’incidente.

“Condanno fermamente i responsabili”, afferma il politico unionista.

“Questo è il secondo incidente in questa strada e non riesco a credere ai problemi provocati a così tante persone.

“Voglio dire a chiunque sia coinvolto in questo genere di comportamento, di smettere immediatamente. Chiunque mette una bomba o spara con una pistola, vuole uccidere”.

Tom Haire, consigliere del DUP, dice: “È qualcosa che non vogliamo accada e non fa avanzare la causa di una pacifica Irlanda del Nord. Prima si fermano, meglio è.

“Chiunque abbia informazioni è pregato di contattare la polizia”.

Il cordone che isolava Invernook Drive è stato poi rimosso.

A poche ore dall’attacco una pipe bomb era stata lanciata all’interno di una vettura in Tamar Street.

Nessuno era rimasto ferito. L’area, evacuata dopo il ritrovamento, è ritornata alla normalità.