Il prigioniero repubblicano Brendan Lillis, di recente trasferito dall’ospedale del carcere ad una struttura esterna, è stato liberato

Brendan Lillis in ospedaleLa sua compagna Roisin Lynch è stata informata della decisione, presa dalla Commissione per il Rilascio dopo mesi di campagna riguardante le precarie condizioni di salute di Lillis.

La Lynch ha detto a Utv di sentirsi “giustificata” dal verdetto.

“E’ difficile da credere, è stata una battaglia dura e lunga.

“La prima cosa che ho detto è stata: «Davvero? Le guardie se ne sono andate?», dicevo trale lacrime. Mi hanno detto che da quel momento Brendan è libero – tutte le porte dell’ospedale sono state aperte”.

Lillis resta a Belfast per le cure mediche, ma non è più piantonato dagli agenti di polizia.

Il cinquantanovenne di West Belfast soffre di spondilite anchilosante ed in precedenza era rimasto confinato nel letto dell’ospedale di Maghaberry per 18 mesi.

“Voglio portarlo fuori dall’ospedale, farlo tornare a casa. Ma non posso perché non sta abbastanza bene da rientrare”, prosegue la Lynch.

“Abbiamo saputo di recente che diventeremo di nuovo nonni. C’è così tanto che abbiamo perso, ma adesso sarò in grado di condividere tutto con lui”.

Dopo aver trascorso 17 anni in carcere per accuse legate agli esplosivi, Lillis era stato rimandato in carcere dopo la revoca della licenza di rilascio – avvenuta 2 anni fa – per il suo collegamento con un rapimento.

Ma le autorità avevano stabilito che non poteva sostenere un processo.

“Ho lottato con le unghie e con i denti, ecco cosa ho fatto per molto tempo. E’ finita ora per Brendan ma la battaglia continua”, afferma la donna.

Che descrive il sistema giustizia come “estremamente imperfetto” e parla della decisione della Commissione come “l’unica possibile ed umana”.

“Credo che David Ford non abbia preso tale decisione perché si fidava dlla Commissione e quindi non ha voluto mettersi in mezzo tra lo Sinn Fein ed il DUP”, ha aggiunto la Lynch.

“Non ha avuto il coraggio di prendere una decisione”.

Paul Maskey, parlamentare dello Sinn Fein per West Belfast, ha accolto favorevolmente la decisione, affermando che c’era bisogno di commassione da parte del sistema giudiziario, viste le condizioni mediche di Lillis.

“Nessun repubblicano vuole condonare le attività criminali di Brendan Lillis”, ha detto.

“Tuttavia qui si tratta di un uomo gravamente malato, ritenuto troppo debole per affrontare un processo ma che continuava a restare in carcere.

“Lo Sinn Fein si è fermamente opposto alla revoca delle licenze di rilascio – è l’equivalente dell’internamento e va contro la naturale giustizia”.

Per contro Gregory Campbell, parlamentare DUP di East Londonderry, si dice “profondamente dispiaciuto” per il rilascio di Lillis.

“Adesso che Brendan Lillis è stato rilasciato per le condizioni di salute, e dato che la campagna istituita rammentava che avrebbe ricevuto un trattamento sanitario migliore dopo il suo rilascio, adesso che la sua salute migliora vogliamo vederlo affrontare i gravi reati di cui viene accusato”.

Campbell ha detto che “occorre riflettere sulla capacità di svolgere il suo ruolo” da parte del ministro della Giustizia.

“Penso sia un passo totalmente retrogrado che il ministro della Giustizia sia capitolato per pressioni politiche”, afferma Campbell.

“Mi dispiace che la gestione del ministero della Giustizia da parte di David Ford sia un guaio dietro l’altro”, ha aggiunto.

Ford non si è reso disponibile per alcun commento.

Un portavoce del Prison Service ha affermato: “I Commissari per il Rilascio hanno informato il ministero (di Giustizia) della decisione di riportare nella comunità il signor Lillis. Sono stati compiuti tutti i passi per facilitarne il rilascio”.