Il prigioniero repubblicano Brendan Lillis non sarà rilasciato. Lo ha deciso la Commissione per la revisione delle sentenze

Brendan LillisBrendan Lillis, che soffre di una grave malattia, era stato condannato all’ergastolo nel 1977 per possesso di esplosivi.

Il cinquantanovenne ha scontato 16 anni in prigione, prima di essere rilasciato su licenza nel 1993.

Il Segretario di Stato Shaun Woodward ha revocato la sua licenza nel 2009, dopo l’arresto di Lillis, accusato di rapina.

La ragione fornita all’epoca fu che Lillis era “un pericolo per la gente” e quindi avrebbe dovuto scontare il resto dell’ergastolo nella prigione di Maghaberry.

A inizio 2011 è stato stabilito che Lillis era troppo malato per presenziare alle udienze processuali, ma avrebbe dovuto rispondere delle accuse qualora la sua salute fosse migliorata.

Jennifer McCann, parlamentare dello Sinn Fein, ha detto che la decisione è “sbagliata” e solleverà la questione durante l’incontro di domani con il ministro della Giustizia David Ford.

“Quest’uomo è gravemente malato, troppo malato per andare in tribunale. Come può una persona essere un pericolo per gli altri quando non riesce neppure ad andare in aula?” ha affermato.

Il 19 luglio il Prison Service aveva affermato che non c’erano sufficienti motivi per giustificare il rilascio di Brendan Lillis per motivi umanitari. Il caso è stato quindi trasferito ai commissari della Life Sentence Review Commission.

Ci sono state molte campagne volte a chiedere il rilascio del prigioniero repubblicano. Una mozione è passata al Derry City Council e un campeggio di protesta si è svolto nella città.

La compagna di Lillis, Roisin Lynch, ha iniziato uno sciopero della fame il 21 luglio per protestare contro la sua carcerazione.