Un uomo di 44 anni è comparso in tribunale a Ballymena accusato dell’omicidio di due soldati presso la caserma di Massereene ad Antrim

Brian Patrick ShiversIl caso contro Brian Patrick Shivers, di Maghera nella Contea di Londonderry, è basato su prove forensi recuperate dall’interno e nelle vicinanze della Vauxhall Cavalier utilizzata dal gruppo armato.

L’ispettore Justin Galloway ha affermato: “Due fiammiferi recuperati dal sedile posteriore della Vauhall Cavalier ha rivelato un profilo del DNA completo.

“Un altro fiammifero trovato dietro al veicolo ha un profilo parziale”.

L’ufficiale ha detto che un profilo parziale di DNA è stato trovato su un telefono cellulare presente nell’auto.

Shivers, di cui è stato riferito in tribunale che soffre di fibrosi cistica, è anche accusato di sei tentati omicidi collegati all’attacco della Real IRA, e di possesso di armi e munizioni con intento di causare danni a vite umane.

I genieri Patrick Azimkar e Mark Quinsey furono colpiti a morte mentre aspettavano una consegna di pizze, all’esterno della base britannica a marzo.

Il noto repubblicano di Lurgan, Colin Duffy, è già stato accusato per gli omicidi.

DNA

L’avvocato dell’accusato, Niall Murphy, ha discusso della forza delle prove scientifiche, affermando che è lo stesso genere di DNA a basso numero di copie screditato durante il processo di Omagh due anni fa.

Sotto interrogatorio, Galloway ha rivelato che i test iniziali sui due fiammiferi ritrovati nella vettura non fornivano una prova abbastanza forte per collegare Shivers alla scena del crimine.

Ha rivelato che solo dopo la combinazione dei profili da parte degli scienziati è stata ottenuta una positiva identificazione.

Galloway ha detto: “Quando gli abbiamo chiesto notizie sull’utilizzo e conoscenza del veicolo, lui (Shivers) non ha fatto commenti”.

Ma Murphy ha rifiutato l’idea che la prova sia abbastanza forte da collegare il suo cliente con gli omicidi.

Ha affermato: “Questa è semplicemente DNA a basso numero di copie, risistemato per opportunismo legale e scientifico”.

Il giudice Mateer ha detto che, mentre il merito sull’utilizzo di questo tipo di DNA è stato dibattuto durante il processo di Omagh contro Sean Hoey, il tribunale lo accettava come prova.

Pericolo di fuga

Brian Patrick ShiversLa polizia ha obiettato alla richiesta di rilascio su cauzione che Shivers potrebbe fuggire dalla giurisdizione, interferendo con potenziali testimoni e forse anche compiere di nuovo lo stesso reato.

Galloway ha riferito alla corte che un altro sospetto, ricercato dalla polizia, potrebbe avere già lasciato il paese.

“Abbiamo paura che lui (Shivers) possa fuggire”, ha detto.

“Abbiamo già provato a fermare un altro sospetto durante le indagini, ma non siamo stati fortunati, e abbiamo ragione di credere che abbia lasciato la giurisdizione”.

L’avvocato di Shivers ha ribattuto che l’uomo è malato e ha bisogno di regolari cure ospedaliere che gli impedirebbero di lasciare il paese.

Ha anche ricordato che Shivers ha un figlio ed è fidanzato – altre due ragioni che lo terrebbero in Irlanda del Nord.

Murphy ha detto che il suo cliente ha la fedina penale pulita, e ha contestato le affermazioni del poliziotto secondo cui sarebbe a rischio di commettere altri reati.

“Come puoi sedere nello scranno dei testimoni e cercare di convincere la corte che egli (Shivers, Ndt) è una minaccia, quando non ha alcuna condanna?”

Galloway ha risposto che secondo lui Shivers ha un ruolo attivo nella Real IRA – un’organizzazione, secondo il pliziotto, ancora molto attiva nella conduzione di una campagna di violenza.

Mateer ha riferito che l’accusa ha presentato un caso di prima facie (in prima istanza, ndt) contro l’accusato e ha rifiutato il rilascio su cauzione.

Shivers comparirà nuovamente in aula tramite videoconferenza il 18 agosto.