Free Marian Price
Anche il consigliere dello Sinn Fein della città di Bundoran, Contea di Donegal, Mick McMahon chiede l’immediato rilascio della prominente repubblicana Marian Price.

La donna, conosciuta anche con il nome da sposata di Marian McGlichey, fu arrestata nel 1973 per il coinvolgimento negli attentati dinamitardi di Londra e ricevette due ergastoli.

Nel 2009 fu accusata di aver fornito un telefono cellulare per scopi terroristici legati all’attacco contro la caserma di Massereene ad Antrim. Nel maggio 2011, dopo una commemorazione per la Rivolta di Pasqua 1916 indetta dal 32 County Sovereignty Movement di cui è segretaria nazionale, fu accusata di incoraggiare il sostegno di un’organizzazione illegale e il Segretario di Stato Owen Paterson revocò la sua licenza. Durante l’udienza il giudice ne stabilì il rilascio con la condizionale ma Paterson decise di ordinarne comunque l’incarcerazione in assoluto isolamento, prima nella prigione maschile di Maghaberry e poi nel carcere femminila di Hydebank Wood.

A giugno 2012, per il peggioramento del quadro clinico già duramente compromesso dal lungo sciopero della fame degli anni Settanta e per 13 mesi di completo isolamento, Marian Price è stata trasferita in ospedale per problemi di salute.

Mercoledì il consigliere shinner McMahon ha affermato: “La sua salute, sia fisica che psichica, è deteriorata e chiedo il suo immediato rilascio.

“Chiedo anche ai politici di qualsiasi partito di pressare il Segretario di Stato Owen Paterson di rilasciarla per motivi umanitari.

“Marian Price è stata internata da molto tempo, senza alcuna accusa. Non è accettabile. La sua vita ora è nelle mani del governo britannico”.