La legge farà terminare il “doppio incarico”, impedendo ad un politico di essere retribuito come parlamentare sia a Westminster che in un’Assemblea decentrata

Owen PatersonI parlamentari di Westminster eletti in Irlanda del Nord non potranno essere eletti a Stormont. Lo ha affermato il governo britannico domenica scorsa.

Il Segretario di Stato per l’Irlanda del Nord Owen Paterson spera di infrangere il “doppio incarico” dei politici pagati per sedere sia in parlamento a Londra che nell’istituzione decentrata di Belfast.

Parlando alla conferenza del partito conservatore a Manchester, Paterson ha detto: “Non credo che qualcuno possa essere un parlamentare e un membro di Assemblea a tempo pieno, e questo è il mio impegno: faremo terminare il doppio incarico – se possibile grazie ad un accordo, altrimenti per via legislativa”.

Paterson ha onorato il progresso compiuto in Irlanda del Nord negli ultimi 20 anni, ma ha condannato l’omicidio del poliziotto Ronan Kerr avvenuto ad aprile, affermando che questo attacco ha mostrato il motivo per cui formazioni come la Real IRA e la Continuity IRA non attirano un forte sostegno.

“La risposta unita della comunità a quell’atrocità dimostra al di là delle parole perché questi piccoli gruppi di terroristi non avranno mai successo”.

Secondo Paterson adesso la pace è ritornata nelle Sei Contee, quindi è tempo per Stormont di rinvigorire l’economia nordirlandese.

“Il prossimo passo è di muoversi oltre il processo di pace e costruire un’Irlanda del Nord prospera, in cui tutti possono condividere un futuro”, ha affermato il Segretario di Stato.

“Siamo attraversando momenti difficili, ma non possiamo ignorare il fatto che – come risultato dell’eredità lasciata dal governo laburista – il Regno Unito nella sua interezza sta chiedendo in prestito ogni minuto 250.000 euro (232.000 sterline) e l’Irlanda del Nord deve fare i passi necessari per ridurre il deficit.

“Tuttavia abbiamo riconosciuto le circostanze speciali dell’Irlanda del Nord. Ecco perché la riduzione del bilancio dell’Esecutivo è inferiore rispetto a quanto prospettato per i ministeri britannici.

“Stiamo facendo quanto ci è possibile per proteggere i più vulnerabili”.