Per Carl Reilly, RNU, è fondamentale muoversi dallo stallo sul movimento controllato e sulle strip search nella prigione di Maghaberry. Nel frattempo gli attivisti del gruppo repubblicano hanno eretto striscioni in sostegno dei prigionieri repubblicani su numerosi ponti nei pressi dell’aeroporto irlandese di Shannon

Il prominente repubblicano ha avvertito che i prigionieri repubblicani a Maghaberry potranno prendere provvedimenti “drastici” mentre si intensifica la loro protesta.

L’avvertimento è venuto dopo la mezzanotte di domenica, in seguito all’inizio di uno sciopero della fame di 48 ore – una mossa, secondo il leader repubblicano, progettata per “focalizzare l’attenzione sulle condizioni attualmente esistenti a Maghaberry”.

I prigionieri repubblicani legati a diversi gruppi sono stati coinvolti in una battaglia dietro le sbarre riguardo le perquisizioni corporali (strip search) ed il movimento controllato nella prigione.

“La situazione in carcere è (che) i prigionieri sono preparati per una lunga protesta”, riferisce al Belfast Telegraph il numero uno del Republican Network for Unity (RNU), Carl Reilly.

“Sappiamo dalla storia che più a lungo queste cose (le proteste carcerarie) si protraggono e più drastiche diventano”, ha detto Reilly.

Alcune fonti ritengono Reilly uno dei leader dell’Army Council di Oglaigh na hEireann, il gruppo repubblicano responsabile della bomba a Palace Barracks e di altri attacchi contro le forze di sicurezza.

La maggior parte dei repubblicani detenuti sono stati coinvolti nella cosiddetta dirty protest, con l’ulteriore sviluppo di uno sciopero della fame limitato nel tempo.

Carl Reilly, RNU | © Andrea Aska Varacalli

“E’ stato progettato per inviare un avvertimento all’amministrazione penitenziaria e al ministero della Giustizia”, ​​ha proseguito Reilly.

Nel mese di giugno, il ministro della Giustizia David Ford ha insistito che le perquisizioni corporali dei prigionieri in entrata ed in uscita dal carcere sono una parte essenziale della sicurezza, e ha chiarito che non ci sarebbe alcun compromesso su questo tema.

“Ci sono due questioni centrali”, ha detto Reilly, “movimento controllato e strip search.

“Mi sembra di capire che alla posizione attuale non c’è alcun movimento sulla ricerca in entrata ed uscita dal carcere”, ha aggiunto.

Ossia nessun cambiamento nella posizione dell’amministrazione penitenziaria, e questa è la situazione di stallo in questa battaglia carceraria.

Mentre le proteste repubblicane continuano, il movimento dei prigionieri è stato vietato, con il regolamento carcerario utilizzato per imporre lunghi periodi di chiusura all’interno delle cella.

La grande paura in tutte queste situazioni è che le proteste carcerarie possano portare ad azioni all’esterno.

La storia

Oglaigh na hEireann aveva precedentemente avvertito di possedere i dettagli del personale carcerario, fino a quelli del governatore della prigione – una dichiarazione progettata per funzionare come un avvertimento. La minaccia è stata successivamente ritirata. Nel mese di maggio, il gruppo repubblicano era autore di una serie di allarmi bomba che ha paralizzato molte parti di Belfast. I repubblicani legati alla Real IRA, alla Continuity IRA, ad Oglaigh na hEireann e altri “indipendenti” sono detenuti in un’ala separata nella prigione di Maghaberry.