Continuity IRA - CIRA | Still at warIl proiettile che ha ucciso quasi istantaneamente l’agente di polizia Stephen Carroll è stato uno dei due colpi sparati contro di lui mentre era seduto al posto di guida della vettura della PSNI, dopo che lui ed altri poliziotti sono stati attirati a Lismore Manor a Craigavon ​​nel marzo 2009.

Durante il processo al Tribunale di Belfast contro un ex consigliere dello Sinn Fein, un giovane e sua madre – che devono rispondere di reati cnnessi all’omicidio – è stato anche riportato che l’uomo armato, presumibilmente con un fucile d’assalto AK47 di fabbricazione rumena e caricato con proiettili prodotti nel 1982 in Jugoslavia,, aveva sparato da circa 50 metri di distanza.

Un medico legale ha anche sostenuto che l’uomo armato aveva sparato i due colpi, suggerendo così l’utilizzo in modalità semi-automatica del fucile d’assalto, dal marciapiede tra un lampione e l’angolo del più vicino edificio, che era in costruzione al momento.

La corte ha già sentito dire che il fucile d’assalto ed una rivista contenente 24 munizioni sono stati trovati in una successiva ricerca nascosti sotto un serbatoio di gasolio situato nella parte posteriore di una casa nel vicino quartiere di Pineview.

Il medico legale ha detto che il fucile, in grado di sparare fino a 10 colpi al secondo, aveva un’impugnatura di tipo rumeno, e mentre i numeri di serie erano stati cancellati da due sezioni, una terza serie di numeri era stata ritrovata all’interno.

Il medico ha detto che quando ha provato a sparare, l’arma ha espulso i proiettili a destra e leggermente in avanti rispetto alla posizione di tiro, dato poi utilizzato per “estrapolare” ed accertare la posizione degli uomini armati quando è stato aperto il fuoco.

L’esperto ha aggiunto che dalla posizione stimata del membro della Continuity IRA, i proiettili erano stati sparati attraverso due serie di recinzioni in rete metallica posizionate tra lui e la macchina Constable Carroll.

Più tardi, sotto interrogatorio dall’avvocato difensore Brendan Kelly, il medico ha convenuto che se una delle munizioni avesse colpito una delle recinzioni “potrebbe avere deviato il volo del proiettile”.

Tuttavia, l’esperto ha detto di aver esaminato la recinzione e di non aver trovato alcun danno e, a suo avviso, “il proiettile aveva attraversato la recinzione”.

In precedenza, ha anche accettato che il percorso dei proiettili avrebbe potuto subire deviazioni perché aveva trovato detriti di colore marrone nella canna del fucile, simile a sporcizia, terra o ruggine.

Il medico ha detto che mentre si sarebbe aspettato il rallentamento della velocità di uscita del proiettile a causa dei detriti, non poteva escludere la possibilità che avrebbero minato la precisione dell’arma.

Nonostante il processo sia iniziato solamente lunedì, il giudice Girvan ha già sentito oltre 100 testimoni, sia presenti in aula che tramite la lettura della testimonianza.

Tuttavia, a causa di ulteriori questioni legali che saranno affrontate da un altro giudice, il processo senza giuria è stato rinviato almeno fino a giovedi della prossima settimana.

Nel frattempo l’ex consigliere dello Sinn Fein Brendan McConville, 40 anni di Craigavon, ​​e John Paul Wootton, 20 anni di Lurgan, sono stati rimandati di nuovo in custodia.

Entrambi gli uomini negano il coinvolgimento nell’omicidio di Stephen Carroll.

Sharon Wootton, la madre di John Paul, è stata rilasciata con la condizionale. Lei nega di aver cercato di intralciare la giustizia, rimuovendo un computer da casa sua dopo l’attacco portato a segno dalla Continuity IRA due giorni dopo Massereene Barracks.