Suzanne BreenAmnesty International ha appreso con gioia la decisione del giudice Tom Burgess del tribunale di Belfast di rifiutare un’istanza per una sentenza giuridica, portata avanti dalla Police Service of Northern Ireland, che obbligasse Suzanne Breen, editorialista del Sunday Tribune, a consegnare il materiale ottenuto nel corso del proprio lavoro come giornalista.

Il direttore di Amnesty International Northern Ireland ha comunicato:

“Questo caso ha avuto serie implicazioni per la libertà di stampa nel Regno Unito ed in Irlanda.

“La libertà di stampa è un elemento essenziale del diritto alla libertà di espressione, riconosciuta dalla legislazione internazionale, e in generale include il principio secondo cui i giornalisti devono essere in grado di proteggere le proprie fonti.

“Diamo il benvenuto alla decisione di oggi (ieri, NdT) ma restiamo preoccupati per questo tentativo da parte della PSNI di utilizzare prove segrete e la legislazione anti-terrorismo contro una giornalista”.