Il tentativo di intitolare una strada di North Belfast in memoria delle 15 vittime di una bomba lealista è di nuovo nell’agenda del Consiglio Comunale, nonostante l’opposizione degli unionisti

McGurk's BarI residenti di Fishers Court vogliono che il nome sia modificato in McGurks Way, in ricordo del McGurk’s Bar, fatto esplodere dai lealisti il 4 dicembre 1971.

La proposta è stata approvata nel comitato del Belfast City Council, anche se con un voto non unanime.

Il consigliere DUP Brian Kingston si oppone alla scelta. “È questo il percorso che vogliamo intraprendere? Rinominando le strade di Belfast dopo le atrocità dei Troubles?”, ha chiesto il politico unionista.

“Questo potrebbe essere un precedente pericoloso. CI arriverebbero una serie di richieste simili”.

La questione verrà analizzata durante una riunione del Consiglio il prossimo 1 maggio.

È la seconda volta che il Consiglio si trova a deliberare sulla modifica del nome di Fishers Court.

Un anno fa gli unionisti riuscirono ad obbligare al mantenimento del nome esistente.

Adesso i residenti hanno firmato una petizione a favore del cambiamento del nome della strada in McGurks Way. Il bar, fatto esplodere dai paramilitari lealisti, si trovava proprio di fronte alla strada.

Nell’esplosione morirono 15 civili cattolici.

Frank Dempsey del St Patrick’s and St Joseph’s Housing Committee afferma: “Non stiamo parlando di ricordare degli atti di terrorismo.

“Vogliamo onorare delle vittime innocenti. Dov’è il problema in questo?”.

La modifica del nome sarebbe sostenuta dai consiglieri dello Sinn Fein, SDLP e Alliance Party. Ad opporsi l’intero gruppo di consiglieri unionisti.