Gli organizzatori di una parata lealista a Coleraine hanno deciso di cambiare il percorso nel tentativo di smorzare le tensioni comunitarie nella cittadina

Coleraine, HeightsL’evento di sabato 3 ottobre sarebbe dovuto transitare nella zona di Heights, il quartiere nazionalista dove il lavoratore comunitario cattolico Kevin McDaid fu picchiato fino alla morte da una banda di lealisti cinque mesi fa.

Dal giorno dell’assassinio, le relazioni tra le due comunità sono state gravemente deteriorare, con scoppi improvvisi di violenza.

I membri della UVF Memorial Regimental Band Association hanno acconsentito di modificare la loro marcia programmata, nel tentativo di evitare problemi.

Il rappresentante di zona del Progressive Unionist Party, Ken Wilkinson, ha così commentato la mossa: “Questa è una decisione che dimostra maturità e capacità di comando.

“Servirà sicuramente per allentare le tensioni nella zona di Coleraine”.

Mentre la Commissione Parate deve ancora ricevere una formale notifica del cambiamento di percorso, si è appreso che gli organizzatori presenteranno la modifica nei prossimi giorni.

Una delle bande partecipanti alla parata è la Freeman Memorial Flute Band, il cui nome ricorsa il membro della UVF saltato in aria all’esterno della stazione di polizia di Coleraine nel 1975, insieme ad altre 3 persone.

Undici persone sono già state accusate per la brutale morte di Kevin McDaid. Sette di loro dovranno rispondere di omicidio.

McDaid, padre di quattro figli, fu pestato a morte vicino alla sua abitazione in Somerset Drive da una banda di lealisti, giunti nel quartiere dopo la vittoria del campionato di calcio scozzese da parte dei Rangers Glasgow.

Ci sono state costanti minacce contro i testimoni dell’assassinio e ad inizio mese, durante un udienza presso l’Alta Corte di Belfast, si è saputo che oltre 20 persone hanno ricevuto minacce di morte.

Un altro cattolico, Damien Fleming, rimase gravemente ferito nello stesso attacco. Recentemente è stato aggredito nuovamente mentre si trovava per strada.