Gerard SlaneL’inchiesta sulla morte di Gerard Slane potrebbe gettare una luce agghiacciante su uno dei periodi più oscuri del passato nordirlandese.

Un avvocato della famiglia di Gerard Slane, ucciso a 27 anni nella sua casa di West Belfast, ha detto che l’udienza potrebbe mettere a nudo il ruolo di un controverso agente dell’esercito.

“Questa potrebbe essere una delle inchieste più significative che il medico legale dovrà valutare” ha detto l’avvocato Paul Pierce.

“Sarà la prima volta che avremo piena consapevolezza del ruolo di Brian Nelson, un agente dell’esercito.

“Il rapporto con i militari ed il suo ruolo non venne mai esplorato, quando fu processato alla Belfast Crown Court per i reati per i quali è stato condannato”.

Slane, cattolico e padre di tre bambini, fu ucciso da un commando dell’UDA sulla base delle informazioni fornite da Brian Nelson.

A quel tempo, Nelson stava lavorando per un’unità segreta di intelligence dell’esercito conosciuta come Force Research Unit (FRU).

Gli uomini armati sfondarono con i martelli la porta di casa Slane a Waterville Street e aprirono il fuoco, colpendo il cattolico alla testa.

Nelson è stato indicato come agente dell’esercito coinvolto in un omicidio nel 1990, dopo un’indagine sulla collusione condotta da Sir John Stevens, il vice comandante della polizia di Cambridgeshire.

Due anni più tardi si è dichiarato colpevole di cinque capi di cospirazione per commettere un assassinio – tra cui quello di Gerard Slane – ed è stato condannato a 10 anni.

Nel corso di una breve udienza istruttoria al Mays Chambers di Belfast è emerso che il Ministero della Difesa ha 20 volumi di documenti sensibili relativi all’assassinio.

Altri quattro volumi di materiale non sensibile potrebbero essere divulgati.

L’avvocato per la famiglia Slane, Fiona Doherty, ha detto: “Penso sia chiaro che le forze di sicurezza sono state coinvolte in questa morte, direttamente o indirettamente”.

Parlando fuori dal tribunale Teresa, la vedova Slane, ha affermato che la famiglia ha atteso fin troppo a l per un’inchiesta.

“Non possiamo resistere più a lungo”, ha detto.

“Vogliamo solo sapere la verità.

“Stanno parlando di file sensibili e non sensibili, ma dov’era la sensibilità quando mio marito è stato ucciso?

“Dopo 25 anni perché non possono semplicemente mettere tutti i documenti sul tavolo e dire la verità.

“Vogliamo giustizia per Gerard e abbiamo bisogno che gli inglesi dicano la verità”

La signora Slane ha detto che la sua famiglia non era stata in grado di andare avanti.

“Nulla è cambiato negli ultimi 25 anni”, ha detto.

“Non possiamo andare avanti con le nostre vite.

“È con noi tutti i giorni”.