La famiglia dell’uomo assassinato ad un posto di blocco dell’esercito inglese nel 1988 ha accolto positivamente la dichiarazione del governo britannico nella quale si esprime il rammarico per la morte

Aidan McAnespie: the scene of shootingNegli ultimi giorni la nostra famiglia ha avuto un incontro con il Segretario di Stato, Shaun Woodward, a Hillsborough.

Siamo stati accompagnati all’incontro dalla nostra parlamentare, Michelle Gildernew dello Sinn Fein, dalla senatrice del Fianna Fail, Mary White e da Paul O’Connor del Pat Finucane Centre.

Durante la riunione il Segretario di Stato aveva detto alla famiglia di voler rilasciare una dichiarazione, cosa avvenuta nella giornata di oggi.

Abbiamo apprezzato che Shaun Woodward abbia preso il tempo necessario per leggere il rapporto dell’Historical Enquiries Team sull’uccisione di Aidan e abbia ascoltato la sua famiglia.

Crediamo che questo incontro sia stato molto importante sia per la famiglia che per il governo inglese.

E’ stato denso di emozioni per tutti gli interessati e ha permesso agli anziani genitori di Aidan, ohn e Liz, di illustrate le continue molestie subite da Aidan nel periodo precedente la sua morte ed il devastante effetto della sua perdita sulla famiglia, amici e comunità.

Le circostanze della morte e le scoperte fatte dal rapporto dell’HET sono state discusse.

Abbiamo spiegato al Segretario di Stato che la versione dei fatti fornita dall’esercito, ossia che un proiettile è rimbalzato sul terreno e poi ha ucciso Aidan perché un soldato aveva le mani umide e stava pulendo una pistole che ha esploso un colpo accidentalmente, era la spiegazione “meno probabile” secondo quanto scritto sul rapporto.

Aidan fu colpito a morte da un proiettile di rimbalzo.

Riguardo al motivo per cui un proiettile dovrebbe colpire il terreno meno di due metri dietro ad Aidan, che si trovava a 283,4 metri, il rapporto dell’HET è chiaro: “Le possibilità che il colpo sia non voluto o sia casuale sembra così remota che può essere virtualmente ignorata”.

In base alle scoperte contenute nel rapporto dell’HET, abbiamo trovato estremamente significativo ed importante che il ministro della Difesa abbia firmato il comunicato pubblico, insieme al Segretario per il Nordirlanda.

Per anni abbiamo lottato per la verità e la conoscenza.

Il rapporto dell’HET, secondo il nostro punto di vista, si avvicina alla verità di ciò che è accaduto quel giorno. L’incontro con Shaun Woodward è il riconoscimento a livello ufficiale che mancava.

Il nostro solo rammarico a questo punto è che Elish non fosse con oi la scorsa settimana. Ha portato la torcia per suo fratello, Aidan, per molti anni ed il suo spirito è ancora con noi.