Parata

Un tribunale ha stabilito che due membri di una banda musicale hanno deliberatamente infranto le condizioni imposte dalla Commissione Parate, suonando The Sash all’esterno di una chiesa cattolica

Thomas Beresford e Stephen Walker sono stati entrambi condannati per aver scientemente violato il divieto di suonare musica non sacra durante una parata commemorativa per l’Ulster Covenant.

I due sono stati identificati dalle riprese fatte all aloro banda, Holywood True BLues, mentre passavano davanti alla chiesa di San Matteo in Newtownards Road a East Belfast.

Un giudice ha descritto le loro affermazioni di non aver visto i segnali luminosi lampeggianti di avvertimento che avvisavano dell’ingresso nella zona con restrizioni come “inconcepibili e non credibili”.

Entrambi gli uomini riceveranno la condanna settimana prossima.

In base ad una decisione della Commissione Parate, durante il passaggio davanti alla chiesa di San Matteo, il 29 settembre, dovevano essere suonati solamente inni sacri.

Il tamburino Beresford, 21 anni di Holywood, ha detto in aula di non aver avvistato alcun segnale perché suonava con la testa abbassata.

Anche Walker, 28 anni di Holywood, ha negato qualsiasi conoscenza della restrizione.

Quando gli è stato chiesto dall’avvocato difensore Michael Boyd se avesse suonato “The Sash” qualora fosse stato a conoscenza della restrizione, il tamburino ha risposto: “No, sicuramente no. Perché non volevo andare in tribunale per questo”.

Ma un avvocato dell’accusa ha insistito dicendo che non c’era altro che imbarazzo nel fermare qualunque persona una volta a conoscenza della notifica.

Sebbene Boyd sostenesse che le prove non erano riuscite a dimostrare la colpevolezza, la giudice distrettuale Amanda Henderson ha condannato entrambi i musicisti perché non hanno ottemperato alle condizioni imposte dalla Commissione Parate.

Ha respinto la richiesta di annullamento presentata da Beresford a causa del suo stile di suonare il tamburo.

Ha detto: “Questo è chiaramente del tutto errato se confrontato con il filmato che abbiamo di Beresford, molto entusiasta di suonare il tamburo, indicando la folla e guardando diritto davanti a sé.

“Trovo assolutamente inconcepibile e incredibile che questi due uomini sarebbero passati accanto ai segnali, lampeggianti di continuo e che avvisavano l’obbligo di suonare solo inni e brani sacri a partire da quel punto.

“Perciò essi hanno consapevolmente violato la determinazione perché gli era stato comunicato quello che non dovevano fare”.

L’udienza è stata aggiornata per permettere la preparazione dei rapporti.