Il figlio di un ex consigliere dello Sinn Fein è stato condannato a 12 anni di carcere per aver macinato il fertilizzante da usare nella costruzione di pipe bomb

Condannando Turlough Robert McAllister, 36 anni, il giudice Hart gli ha detto che era “chiaramente molto coinvolto nello sforzo di costruire delle pipe bombs funzionanti, sebbene potrebbe essere che “nonostante i suoi sforzi non aveva pienamente imparato la tecnica per realizzarle correttamente”.

McAllister, di Lisarraw Road a Crossmaglen, fu colto in flagrante nella ex casa della nonna a The Square, sempre in Crossmaglen, mentre utilizzava un macinacaffè industriale. L’uomo ammise la fabbricazione e la detenzione di esplosivi dopo la cattura avvenuta il 14 settembre 2008.

Attraverso il macinino passava un fertilizzante a base di nitrato d’ammonio, comunemente utilizzato negli esplosivi.

Nella stanza da letto sul retro c’erano altre borse contenenti “alcune decine di chilogrammi di fertilizzante, sia macinato che non macinato”.

Una seguente perquisizione ha permesso la scoperta di alcune cartucce da fucile, equipaggiamento per la costruzione di pipe bomb, mentre fu ritrovato anche un manuale per munizioni improvvisate, tutti materiali di cui McAllister ha ammesso il possesso.

Il giudice Hart disse che i tribunali dovevano rendere chiaro “che tali reati porteranno a pene sostanziali”.

Ha aggiunto che purtroppo “il proseguimento di gravi violenze terroriste rendono necessario enfatizzare nuovamente che un elemento deterrente deve essere un fattore nell’emissione della condanna in questi casi”.

Il giudice Hart ha detto che l’unico fattore di discolpa per McAllister, che adesso si sente “usato e tradito”, è il suo dichiararsi colpevole.

“Tuttavia”, ha aggiunto in seguito, “è un elemento aggravante nel presente caso che l’imputato non fosse solamente in possesso dei componenti per le pipe bomb, ma stesse cercando di realizzarle, e la sentenza deve riflettere anche questo”.

In un’udienza precedente, del 2002, McAllister ricevette una sospensione della pena dopo aver ammesso di aver lanciato una bottiglia incendiaria contro la stazione PSNI di Crossmaglen, ma riuscì solamente a darsi fuoco alle scarpe.

L’avvocato Philip Magee ha rivelato che suo padre Jim fu eletto nel 1982 e rimase consigliere dello Sinn Fein fino al 1996, quando si dimise dal partito come protesta per la morte di Paul Quinn, che fu pestato fino alla morte.

Magee ha sostenuto che, purtroppo per McAllister, era indotto da altri “a permettere l’utilizzo della sua casa… era stato indotto ad assisterli e stava macinando il materiale, ma non era stato acquistato da lui e non aveva nulla a che fare con il materiale per gli ordigni”.

“Mi ha raccontato di non essere stato – né ora né prima – membro di qualsiasi organizzazione illegale”, ha concluso l’avvocato.