Il settarismo potrebbe essere sconfitto se i bambini cattolici e protestanti studiassero in scuole miste, ha rivelato uno studio

Scuola - SchoolUno studio sugli effetti della segregazione e dell’integrazione scolastica in Irlanda del Nord, durato nove anni, mostra che il settarismo può essere sconfitto se più bambini cattolici e protestanti sono inviati in scuole di religione mista.

Gli psicologi dell’University of Ulster hanno studiato 1.732 alunni di 11, 12 e 14 anni nelle scuole integrate, in scuole esclusivamente cattoliche e in quelle esclusivamente protestanti, trovando che chi ha frequentato corsi insieme a bambini di una differente fede ha maggiori contatti con membri dell’altro gruppo religioso, sia a scuola che nel tempo libero, rispetto agli alunni delle scuole confessionali.

Il risultato dello studio, finanziato dall’European Union Special Support Programme for Peace and Reconciliation, è stato pubblicato nel numero di giugno del British Journal of Educational Psychology.

Maurice Stringer, il professore di psicologia alla University of Ulster a Coleraine, che ha guidato la ricerca, ha detto che il rapporto fornisce sostegno per educare insieme cattolici e protestanti nel tentativo di creare amicizie tra le due comunità e moderare le attitudini politiche in una società divisa.

Solo il 6% dei 330.000 bambini nordirlandesi studia in scuole integrate.

“Non ti aspetti che le scuole segregate abbiano molti contatti con l’altra parte della comunità divisa, ma quello che ha più sorpreso in questo studio è che gli atteggiamenti saldamente tenuti dai gruppi sulle questioni centrali su cui i cattolici ed i protestanti sono in totale disaccordo, cambiano attraverso l’amicizia nelle scuole mister perché hanno l’opportunità di fare scambi”, afferma Stringer.

I ricercatori hanno usato una scala di atteggiamento politico per i bambini per misurare le posizioni degli alunni su argomenti come il sostegno alla fede cattolica o protestante, il supporto o la sua mancanza verso le parate, la discriminazione della polizia, e il coinvolgimento del governo britannico in Irlanda del Nord.

Stringer ha detto che gli insegnanti nelle scuole miste nordirlandesi possono trovare difficile costruire un’etica scolastica o sfidare l’atteggiamento segregazionistico. Ma, continua, il risultato dello studio suggerisce che semplicemente permettendo i bambini di unirsi e divenire amici in un ambiente scolastico incoraggiante è abbastanza per produrre cambiamento.

“Abbiamo scoperto che se hai attività strutturate nelle scuole organizzate da un insegnante, non hanno lo stesso impatto”, ha affermato Stringer. “Così siamo tornati indietro e abbiamo chiesto il motivo ai bambini. E’ saltato fuori che quando i bambini stanno costruendo un’amicizia, è importante che la gestiscano da soli, come scegliere la persona cui sedere vicino nella caffetteria. Gli insegnanti dovrebbero facilitare il contatto piuttosto che organizzare le cose”.

Tra il 35 ed il 40% di protestanti e cattolici in Irlanda del Nord vivono in ambiente diviso. Questo è particolarmente evidente nelle scuole, con il 94% degli alunni che frequentano scuole della propria confessione, ha messo in evidenza la ricerca di Stringer.