Il voto favorevole all’Accordo di Hillsborough Castle permetterebbe il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia a Belfast

David Cameron - Reg EmpeyDavid Cameron ha avuto un secco avvertimento da Washington, secondo cui i terroristi repubblicano sarebbero “resi più baldanzosi” nell’intensificare i loro attacchi in Irlanda del Nord e milioni di dollari di investimento statunitense sarebbero minacciati qualora non riuscisse a persuadere i partner politici dell’Ulster Unionist Party ad appoggiare la parte conclusiva del processo di pace.

In un segno di profondo disagio per l’accordo elettorale tra Tories e UUP, un gruppo bipartisan di membri del Congresso americano hanno chiesto a Cameron di incoraggiare “aggressivamente” i suoi partner di sostenere l’accordo nel voto di martedì in Assemblea a Belfast.

“In questo importante momento del processo di pace, è fondamentale che tutti i partiti politici parlino con una voce sola del loro futuro condiviso”, hanno scritto i membri del Congresso in una lettera a Cameron.

Senza un voto unanime, hanno affermato, i funzionari eletti della provincia manderebbero un messaggio sbagliato alla popolazione che rappresentano, e al mondo intero.

“I repubblicani stanno cercando di destabilizzare le istituzioni politiche e riportare indietro il calendario. Quei repubblicani continueranno a sentirsi forti se sentono che non c’è una unanimità politica sul futuro… La sfida di portare buoni lavori in Irlanda del Nord sarà resa più difficile se i potenziali investitori non crederanno alla stabilità politica”.

La lettera dei leader congressuali che rappresentano la comunità irlandese in America, forte di 41 milioni di persone, è stata passata al Guardian prima del cruciale voto sull’Accordo di Hillsborough Castle firmato da Sinn Fein e DUP.

Un voto favorevole permetterebbe il trasferimento dei poteri sulla polizia e sull’amministrazione della giustizia a Belfast fin dal prossimo mese, per quello che il governo britannico ha definito il tassello conclusivo del Good Friday Agreement (Accordo del Venerdì Santo) del 1998.

I membri del congresso, i cui punti di vista riflettono quelli del Segretario di Stato statunitense Hillary Clinto, hanno scritto a Cameron dopo aver saputo che i suoi partner elettorali in Irlanda del Nord sollevano dubbi sul sostegno al trattato. La Clinton si è detta allarmata perché Cameron ha mancato, oppure non ha voluto, dimettere in guardia l’UUP dai pericoli derivanti dall’ostruzione al trattato.

Una fonte dei Conservative ha detto: “David Cameron ha chiarito che noi sosteniamo il trasferimento dei poteri su polizia e giustizia… Abbiamo accolto favorevolmente l’accordo tra DUP e Sinn Fein. I dettagli finali devono essere decisi dai partiti presenti nell’Esecutivo, operante come una coalizione composta da 4 partiti. Speriamo che tra oggi (l’articolo è di domenica, Ndt) e martedì le questioni in sospeso possano essere decise”.

L’Accordo di Hillsborough Castle era stato realizzato lo scorso mese, utilizzando un sistema approvato dall’UUP quando era il più votato partito nordirlandese. Ciò vuol dire ch ogni cambiamento deve ottenere il consenso del 50% delle comunità nazionaliste e unioniste e del 50% dell’Assemblea.

Sir Reg Empey, il leader dell’UUP che fu uno degli architetti del Good Friday Agreement, incontrerà domani (oggi, Ndt) l’esecutivo del suo partito per decidere come votare.

L’accordo potrebbe ancora passare in aula senza il sostegno dell’UUP perché i 36 parlamentari del DUP assicurano oltre il 50% dei voti del blocco unionista. Ma ci sono timori a Washington che la mancanza di un voto da parte dell’UUP, vista come una forza moribonda cui Cameron ha soffiato nuova vita, potrebbe destabilizzare molti membri del DUP e minare il sostegno alla devolution.