Contestazione UDA a BushmillsL’apertura ufficiale dei campi da gioco a Bushmills è stata rinviata mercoledi, dopo la dimostrazione organizzata dai lealisti.

Una folla si è raccolta all’esterno dei campi di gioco di Dundarave per protestare contro l’apertura ufficiale eseguita dal presidente del Consiglio di Moyle, Padraig McShane, nella cittadina a maggioranza unionista di Bushmills.

I manifestanti hanno divelto dal muro la targa muro che doveva essere presentata da McShane.

McShane ha riferito che quando è arrivato sulla scena è stato avvertito dalla polizia che i manifestanti gli avrebbero impedito di entrare nel palazzo. Il politico, ex membro dello Sinn Fein, ha accusato i paramilitari di aver organizzato la protesta.

“Ero stato avvertito preventivamente della protesta che sarebbe avvenuta a Bushmills quando avrei inaugurato i nuovi spogliatoi a Dundarave”, ha affermato.

“La polizia mi ha informato di aver incontrato i rappresentanti locali dell’UDA, i quali hanno annunciato di voler bloccare la manifestazione.

“Continuerò a impegnarmi per rappresentare tutto il popolo di Moyle, compresi gli abitanti di Bushmills, e rifiuto di piegarmi alle tattiche da bullo dell’UDA e dei loro compagni”.

Ha aggiunto che avrebbe ufficialmente aperto l’impianto “in un futuro prossimo”.

La manifestazione era figlia dei commenti rilasciati dal primo cittadino all’inizio di questa estate, in cui descriveva le parate annuali del 12 luglio come un “evento sgradevole”.

Secondo la polizia, circa 80 persone si sono radunate fuori dal centro poco dopo le 17:00 di mercoledì.

Al The Bushmills Inn, luogo rinomato nella cittadina, intendeva ospitare un evento civico dopo l’inaugurazione ufficiale da parte del consigliere indipendente.

Un lavoratore della comunità locale, Derwyn Brewster, presente mercoledì sera, ha detto che vuole “vedere un consigliere unionista aprire l’unità il più presto possibile”.

Il presidente di Moyle, Padraig McShane, non è nuovo alle polemiche. Sferzante nei confronti del 12 luglio, ha sconvolto recentemente gli unionisti dopo aver proposto il gemellaggio tra Moyle e Gaza.

Lunedi notte l’ex uomo dello Sinn Fein ha sospeso un incontro del consiglio e se n’è andato dall’aula dopo che gli unionisti avevano sollevato preoccupazioni sulla proposta, che affermavano fosse stata fatta senza l’approvazione dell’intero consiglio.