Brian Cowen, TaoiseachIl Fianna Fáil non ha piani per organizzarsi come partito nel Nord, ha segnalato oggi il Taoiseach Brian Cowen.

Solamente una settimana dopo l’incontro tenutosi nella Contea di Down, cui hanno partecipato i ministri Dermot Ahern e Eamon O’Cuiv, dove hanno discusso del sostegno della base nel Nord, Cowen blocca ogni sviluppo.

“Non abbiamo preso alcuna decisione per muoverci verso un’organizzazione allargata a 32 contee”, insiste Cowen.

Il Taoiseach ha dichiarato che il suo partito ha istituito comitati in risposta alle richieste provenienti dall’interno del partito e di altri abitanti nel Nord.

Quei colloqui hanno coinvolto persone collegate ad altri partiti politici così come persone non legate a nessuno e continueranno, riferisce il primo ministro irlandese.

Cowen parlava alla fine della riunione annuale del Fianna Fáil nella Contea di Roscommon.

Meno di due settimane fa, i ministri Ahern e O’Cuiv si sono uniti all’ex Ceann Comhairle (presidente del Dail Eireann), Rory O’Hanlon, nella riunione organizzata dal Fianna Fáil in Downpatrick.

Circa 70 persone parteciparono alla riunione privata. Tra di loro anche un consigliere dello SDLP e numerosi sostenitori. Durante l’incontro fu riferito che i dirigenti del partito avrebbero risposto alla richiesta, da parte della base elettorale, di organizzarsi al Nord.

I ministri avrebbero rivelato un’opinione avuta dai membri del partito nella Repubblica d’Irlanda, che sarebbe favorevole a tale sviluppo.

Il Fianna Fáil fece passare una mozione, durante il proprio ard fheis (riunione nazionale), di istituzione di un forum in ogni contea del Nord, dove i membri potrebbero incontrarsi e parlare con i rappresentanti del partito.

Numerosi colloqui hanno avuto luogo negli ultimi anni sulla possibilità di un patto tra Fianna Fáil e SDLP.