Un uomo è stato trasportato in ospedale dopo essere stato ferito da colpi di arma da fuoco all’esterno di una scuola primaria a Craigavon

Il ferimento è avvenuto poco dopo le 15 di oggi davanti alla scuola primaria St Brendan a Moyraverty, Craigavon.

La polizia ritiene che i colpi siano stati sparati da un’automobile. L’uomo ha subito diverse ferite.

Trasportato al Craigavon Area Hospital, al momento sta ricevendo le cure per stabilizzare le ferite.

La polizia condanna l’attacco e si appella ai cittadini per informazioni.

L’Ispettore Capo Jon Burrows ha detto: “L’area era molto trafficata e penso che alcune persone possano essere state testimoni oculari di questo attacco.

“Chiediamo a chiunque abbia informazioni di contattarci al più presto.

“Non ci sono parole per descrivere la temerarietà e il completo disinteresse per la sicurezza dei bambini e dei genitori che si trovavano nella zona al momento.

“Se si dispone di informazioni, si prega di telefonare al numero 101”.

I politici locali hanno bollato la sparatoria come “deplorevole” e sconsiderata”.

Il ministro dell’Istruzione John O’Dowd, Sinn Féin, ha detto: “Questa è stata un’esperienza terrificante per gli alunni e il personale della scuola.

“Coloro che hanno sparato a quell’uomo non hanno mostrato alcun riguardo per gli alunni, i loro genitori, il personale della scuola e la comunità più ampia”.

Il parlamentare per Uppen Bann del DUP, David Simpson, ha affermato: “Questo è inaccettabile in qualsiasi caso, ma il fatto che sia avvenuto nelle vicinanze di una scuola elementare lo rende ancora più incomprensibile.

“I dettagli sono limitati al momento, ma la polizia è sul luogo dell’attacco ed esorto chiunque abbia informazioni a contattare immediatamente la PSNI”.

Dolores Kelly, parlamentare SDLP, ha detto: “Ogni violenza nelle nostre strade è inaccettabile, ma questo attacco, avvenuto fuori da una scuola mentre i bambini stavano incontrando i genitori, è assolutamente deplorevole.

“I responsabili hanno mostrato una avventatezza mozzafiato rischiando la sicurezza di questi bambini.”