I repubblicani potrebbero aver creato una nuova formazione dell’Irish Republican Army, portando appartenenti alla Continuity IRA (CIRA) e a due fazioni della Real IRA (RIRA)

Continuity IRA Still At WarI servizi di sicurezza ritengono che il gruppo, non allineato ad alcun partito politico, sia guidato da irriducibili repubblicani e da membri dei Provisional IRA che si oppongolo alla decisione dello Sinn Fein di entrare all’interno del Policing Board in Irlanda del Nord.
Tra i sospetti del coinvolgimento nel nuovo gruppo ci sarebbe un ex membro dell’Army Council dell’IRA.

Il gruppo deve ancora dichiarare la sua esistenza, ma potrebbe annunciare le proprie intenzioni nel nuovo anno. “In termini di capacità di progettare attacchi, rappresenta la minaccia più potente riguardo al lancio di una nuova campagna”, ha fatto sapere un irriducibile repubblicano.

Il gruppo ha scelto di non darsi un nome, con l’idea di rendere più difficile ai propri sostenitori di essere accusati di appartenenza all’IRA e con la voglia di confondere i servizi di sicurezza.

Per evitare infiltrazioni da parte delle forze di sicurezza, il gruppo dovrebbe “reclutare” persone già esecutori di attacchi o con una certa credenziale di appartenenza a gruppi paramilitari.

“Sta scegliendo persone dalla CIRA, dalla RIRA e dagli altri gruppi, lasciando fuori quelli ritenuti compromessi” afferma la fonte repubblicana. “Non vogliono repubblicani coinvolti nel contrabbando o in altre attività che potrebbero comprometterli. Potrebbero usarli per generare denaro o per ideare un’operazione, ma non gli verrà concesso di aderire.

“Questo gruppo è molto segreto e paranoico sugli informatori e sulla rivelazione delle loro identità. Sono operatori seri che sanno come sia essere coinvolti in una campagna. Lo hanno già fatto prima”.

I ranghi del nuovo gruppo sono stati rinforzati dalle defezioni dei vari gruppi sorti dalla Real IRA, il gruppo che causò la morte di 29 persone ad Omagh il 15 agosto 1998. Gode anche del sostegno di membri della Continuity IRA che appartengono alle unità di Tyrone, Fermanagh ed Armagh.

Alcuni irriducibili pensano che l’Army Council della CIRA, dominato da membri del Republican Sinn Fein, non consideri più giustificato il ricorso alla violenza ma si rifiuti di comunicarlo.

C’è stato un aumento degli attacchi repubblicani questo anno. A marzo la Real IRA ha colpito, uccidendoli, due soldati britannici all’esterno della base di Massereene Barracks ad Antrim. Due giorni dopo la Continuity IRA ha colpito Stephen Carroll, membro del Police Service of Northern Ireland (PSNI), a Craigavon. Lo scorso mese una bomba da 400 libbre (180 kg) – grande quasi quanto quella di Omagh – è stata usata per un attacco – fallito – contro il quartier generale del Policing Board a Belfast.

Presunti appartenenti a gruppi repubblicani sono sotto processo nella Repubblica per reati contro lo Stato. Sono comunemente definiti come appartenenti di Oglaigh na hEireann – i termini gaelici per indicare l’Irish Republican Army. Quando i sospetti sono accusati, solitamente il nome viene seguito da un riferimento alla fazione di appartenenza.

Kevin McQuillan, portavoce del Republican Network for Unity, un gruppo di repubblicani, parla di “riallineamento” tra i gruppi repubblicani.

“Credo che il punto di svolta tra i gruppi armati repubblicani, ironicamente abbastanza, è avvenuto a marzo quando Martin McGuinness si riferì a chi eseguì l’attacco a Massereene Barracks come a ‘traditori’. L’uso di quel termine da parte da un’icona repubblicana ci sconvolse”, ha detto McQuillan.

Ritiene che gli attacchi delle fazioni IRA sia divenuti più strategici e frequenti. “Credo ci sia un incontro di cervelli tra i repubblicani. C’è stato un incremento degli attacchi e quelle operazioni sono più organizzate e strategiche”, ha affermato. “Non c’è alcuna voglia sul territorio di uno scontro militare con le forze di sicurezza britanniche, ma questi gruppi stanno crescendo”.

La minaccia proveniente dai repubblicani non è mai stata così alta, secondo quanto riferito da Garda e MI5.

Alcune fonti provenienti dai servizi di sicurezza parlano di “mancanza di informazioni” sui repubblicani.

“I personaggi principali sono sotto sorveglianza ma ci sono così tante attività di difficile decifrazione su quanto sta avvenendo. Ci sono incontri e pianificazioni di continuo. I dissidenti delle fazioni si incontrano tra di loro e con gli irriducibili provenienti dall’IRA, che si sono allontanato da loro e dallo Sinn Fein” dice una fonte. “I dissidenti hanno la capacità di uccidere e piazzare bombe, ma non in modo sostenibile”.