Ryan McDaidLe divisioni si sono palesate oggi nel Northern Ireland Executive sulla risposta da fornire a proposito del brutale omicidio del lavoratore comunitario cattolico Kevin McDaid.

Il vice primo ministro dello Sinn Fein, Martin McGuinness, ha accusato alcuni politici unionisti di non aver sostenuto le parole di condanna con un’azione che aiutasse a sanare le divisioni tra cattolici e protestanti.

Ed in un crescendo di tensione politica intorno all’argomento, ha scelto il ministro della Cultura Gregory Campbell, Democratic Unionist Party (DUP), per la critica.

Campbell in qualità di parlamentare a Westminster per la zona di Coleraine, dove avvenne l’omicidio, ha condannato l’assassinio ma McGuinness ha detto che le parole non erano abbastanza e ha chiesto ai politici di svolgere i passi necessari per far cessare la divisione.

“Voglio che dimostri vera leadership. Voglio riconosca l’importanza di contribuire in maniera positiva e costruttiva incoraggiando la popolazione di Coleraine a dialogare”, ha detto McGuinness.

“E naturalmente, incoraggiare anche lui al dialogo”.

Il vice primo ministro ha affermato che Campbell rifiuta di parlare con lui, nonostante la coppia lavori insieme ne coverno, e ha dichiarato che la sua posizione viene riflessa nella mancanza di dialogo comunitario a Coleraine.

Il padre di quattro figli Kevin McDaid, 49 anni, è stato assassinato a pochi passi dalla sua abitazione a Coleraine, Contea di Londonderry, nove giorni fa quando la violenza esplose in seguito all’ingresso forzato di un gruppo di circa 40 lealisti nel quartiere, dopo la vittoria del titolo da parte dei Rangers Glasgow.

Sei uomini sono stati arrestati per l’omicidio e, insieme ad altre due persone, anche per il tentato omicidio di Damien Fleming, 46 anni, rimasto ferito gravemente nei disordini.

I due principali partiti unionisti hanno condannato l’assassinio, sebbene abbiano confermato che nessuno dei loro più importanti membri ha partecipato ieri al funerale di McDaid.

Il DUP ha detto che il suo parlamentare per la circoscrizione di East Londonderry, Campbell, aveva precedenti impegni a Stormont.

McDaid murder | Omicidio McDaidPreti protestanti hanno partecipato al funerale e fatto appello per la cessazione del settarismo, così come hanno fatto figure importanti del DUP e dell’Ulster Unionist Party.

Campbell ha già condannato pubblicamente l’omicidio e chiesto a chiunque abbia assistito di contattare la polizia.

Ha anche detto, subito dopo il grave fatto, di aver ricevuto reclami da parte di protestanti di Coleraine su presunte intimidazioni da parte di cattolici.

Il presidente del DUP e primo ministro nordirlandese Peter Robinson ha visitato i familiari del defunto insieme a McGuinness.

Entrambi gli uomini hanno promesso nuove politiche per combattere il settarismo.

Ma il rappresentante dello Sinn Fein ha detto che molto deve essere fatto a livello della base.

McGuinness ha affermato alla BBC: “Gregory e gli altri del DUP a Coleraine devono fare un passo avanti.

“Condannare la violenza e l’omicidio di Kevin McDaid non è abbastanza.

” Abbiamo bisogno di vedere la gente fare un passo oltre, rimboccarsi le maniche, impegnarsi nel dialogo e contribuire alla risoluzione dei problemi”.

Ha aggiunto: “Voglio che Campbell incoraggi i lealisti e la comunità unionista di Coleraine a contribuire al dialogo, alla discussione, ossia confrontarsi con i problemi esistenti in quella comunità.

“Fino ad ora, non credo che stia accadendo”.

Nel frattempo alcune centinaia di persone hanno partecipato ad un raduno contro il settarismo tenutosi oggi presso la Belfast City Hall.

Uomini di chiesa protestanti e cattolici hanno parlato alla folla prima che la presidente dell’Irish Congress of Trade Unions, Patricia McKeown, chiedessa la fine dei crimini dovuti all’odio.

“Siamo stati dinnanzi alla City Hall negli ultimi mesi per molte, molte ragioni”, ha detto la McKeown, ricordando come analoghi raduni si fossero tenuti contro la perdita di posti di lavoro, la violenza in medioriente e gli omicidi da parte dei dissidenti repubblicani in Nordirlanda.

Ha aggiunto la presidente: “Abbiamo detto che non c’era un ritorno al passato… ma diciamo oggi, allo stesso modo, che non una creascita di questa società fino a quando il settarismo rimarrà incontrollato e incontestato”.